ven 24 NOVEMBRE 2017 ore 19.30
Home Cultura Un grande Sal Da Vinci al Teatro Augusteo

Grande successo di Sal Da Vinci al Teatro Augusteo con il suo tour ” E’ così che gira il Mondo”

di Domenico De Gregorio

Apprezzato ed amato a livello internazionale, Sal Da Vinci con il suo show – concerto “ E’ cosi che gira il mondo…..” arriva a Napoli al teatro Augusteo. Reduce dai concerti tenutosi a Parigi, Sal presenta al pubblico napoletano il suo ultimo lavoro discografico, un album come sempre ricco di passione e di amore, con sonorità classiche che ancora una volta danno allo scugnizzo napoletano, nato a New York, la possibilità di esprimere al meglio la sua potenza vocale. Nascosto dietro ad un pannello di cristalli Sal Da Vinci da inizio al suo concerto partendo subito con il brano portante del suo ultimo album ed è subito furore. Poche note bastano per far impazzire il pubblico, Sal è un vero artista, un vero animale da palcoscenico, le emozioni delle sue canzoni arrivano nel cuore dei suoi fan, con la stessa potenza delle alte note che solo Sal riesce a prendere senza sbavature ne virgolettature, atte a nascondere mancanza di fiato. Sul palco il piccolo scugnizzo napoletano canta senza sosta, le canzoni del nuovo album vengono alternate ad i grandi classici della canzone napoletana, un omaggio, una vera dichiarazione d’amore che il cantate fa alla sua terra, ricca di colori e di calore. Sul palco insieme all’ artista , suona la sua band composta da sei musicisti che lascano il palco sono quando Sal Da Vinci, accompagnato dal suo pianoforte, regala al pubblico i primi successi della sua carriera. Dopo l’omaggio alla sua città, arriva il momento dei ricordi, il momento di salutare i grandi artisti che hanno accompagnato ed ispirato la sua vita artistica. Il tabellone sullo sfondo del palco proietta le immagini di Carosone e bastano solo due note per far scatenare il pubblico in sala, incitato dalla grinta di Sal, sulle note di “ O Sarracino” e “ Tu vuò fa americano”. Poi è la volta di De André, cantando da un balconcino fiorito “Don Raffaè”, con espliciti richiami al caffè, per poi passare a Battisti, Baglioni, ed il grande Domenico Modugno. Dopo una breve pausa che da all’artista la possibilità di cambiare abito, Sal parte con il successo sanremese “ Non riesco a farti innamorare ” per poi passare, accompagnato dal corpo di ballo coreografato da Gino Landi, alle ormai classiche canzoni tratte del musical “Scugnizzi”. Tutto diventa più energico e colorato, le trovate sceniche di Gino Landi, esaltano la passione e la forza delle canzoni di Sal, creando un sontuoso e ricco feeling con l’artista che finisce per travolgere, sul finale del concerto, tutto il pubblico in sala. Cala il sipario, si spengono le luci, ma le note musicali e la voce di Sal Da Vinci continuano a vibrare nell’aria, segno di un successo ora conclamato.

Napoli, 29 marzo 2014