gio 25 APRILE 2024 ore 16.22
Home Riceviamo e pubblichiamo Tennis. Agli Internazionali BNL d’Italia, vince l’astro nascente Zverev.

Agli Internazionali BNL d’Italia, vince l’astro nascente Zverev.
di Alberto Urbano

Anche quest’anno ne abbiamo viste delle belle. Vince dopo tanti anni un Master 1000, il giovane tedesco appena ventenne Alexander Zverev, centra inoltre anche la top ten in classifica mondiale atp, in seguito ai mille puntiincamerati.

Nel main draw l’unico assente, il fuoriclasse svizzero Roger Federer, non ha precluso ai tanti appassionati, di godere di un eccellentissimo spettacolo che, come ogni anno, riserva sempre tante sorprese.  Il mattatore è stato il ventenne di Amburgo, che reduce da un ottimo periodo di forma, metteva tutti d’accordo.

Il tedesco di origine sovietica macinava tutti i suoi avversari. Al primo turno, aveva la meglio sul sudafricano Anderson, al secondo turno era il serbo Troicki a cadere sotto i colpi del tedesco, poi eliminava nell’ordine il nostro Fognini agli ottavi, il canadese Raonic ai quarti e l’americano Isner in semifinale.

La finale è stata l’apoteosi, dove il giovane campione ha annientato la resistenza dell’ex numero uno, il serbo Novak Djokovic, piegandolo in due set 64 63.

Da segnalare l’ottimo torneo dell’americano, mai a suo agio sulla terra, Isner giunto fino alle semifinali. Il nostro Fognini invece dopo aver eliminato il numero uno al mondo, l’inglese Murray, cedeva per mano di colui che avrebbe poi vinto il torneo.

Peccato per il nostro portacolori, come spesso succede, alterna ottimi risultati ad altrettante immediate cadute repentine, ma questo passa il convento! Il resto dei nostri giovani si fermavano tutti o quasi al primo turno. Siamo in evidente momento di cambio generazionale, ma non piazzare un nostro portacolori in finale da quasi 40 anni la dice lunga su quanto difficile e complicato sia questo sport. L’ultimo fu Adriano Panatta nel 1978 che perse la finale contro la leggenda, lo svedese Borg, il romano nel 1976 fece però suo il Torneo, ultimo italiano a vincere gli Internazionali di Roma, contro un’altra leggenda, l’argentino Guillermo Vilas. Da ricordare la finale persa contro l’americano Gerulaitis del 1977 di Tonino Zugarelli. Altri tempi, ma il ricordo di quel triennio ancora riverbera negli occhi di chi ha vissuto e gioito in quel periodo d’oro del tennis italiano, quello maschile.

Oggi però, a Roma,  è nata una stella quella di Zverev e scusate se è poco!!

Roma, 21 maggio 2017