mar 18 DICEMBRE 2018 ore 23.01
Home Cultura Napoli, Teatro Diana: “Destinati all’estinzione” col divertentissimo Angelo Pintus

ANGELO PINTUS IL COMICO DAL CUORE SARDO TORNA IN SCERNA CON IL NUOVO SPETTACOLO “DESTINATI ALL’ESTINZIONE”

di Domenico De Gregorio.

“Destinati all’estinzione” è il monito che Angelo Pintus, da al suo pubblico, attraverso uno spettacolo che non smette di divertire fino all’ultimo minuto secondo. Per il suo debutto a Napoli al teatro Diana, Angelo non poteva scegliere giorno peggiore, il mercoledì di coppa, ma niente paura, ogni imprevisto per il comico dal cuore sardo è occasione o meglio spunto per dare nuova linfa vitale alla sua vena comica e cucire su misura per la platea napoletana un inizio di spettacolo che tiene sotto controllo i risultati della partita in corso.

Angelo Pintus è un fiume in piena, inarrestabile nel suo modo originale di fare spettacolo, destinati ad un pubblico di non soli adulti, riuscendo infatti ad essere amato ed a divertire grandi e piccini con un linguaggio moderno, pulito, intelligente e colto, in altre parole attraverso l’arte dell’antico mestiere di comico di razza. Infatti tutto è minuziosamente studiato, l’improvvisazione più volte decantata dall’artista, è solo un gioco da fare con il pubblico che accorciare le distanze tra quello che accade sul palco ed in platea, ma niente o quasi è lasciato al caso. Angelo Pintus è un comico che ha del talento da vendere, che trova la chiave del suo successo mantenendo vivo “il fanciullino” che è dentro ognuno di noi. La scenografia dello spettacolo è semplice ed essenziale, un’enorme lavagna alle spalle del comico, gli consentirà di fissare su di essa i punti salienti del suo spettacolo via via che la storia verrà narrata. Le nostre abitudini, manie, preoccupazioni ed ansie vengono analizzate ed elaborate in modo tale da farci riflettere su come l’uso improprio dei nuovi strumenti di comunicazione elettronica possano finire per impedirci di riflettere e ragionare.

I dialoghi sono serrati, il ritmo molto alto, nessuna pausa, nessuna divagazione sul tema, lo spettatore non ha possibilità di distrassi, Angelo Pintus non lo permette, perché le sue battute comiche sono legate fra loro da un filo invisibile ed intelligentemente logico da seguire con attenzione. Giocando con la matematica, come lo stesso artista fa nel suo spettacolo, Angelo Pintus è una equazione dal risultato uguale a risata. Si ride fino in fondo, il comico non smette mai di tenere sotto controllo il suo spettacolo, è attento è puntuale e quando in sala qualcuno si lascia scappare qualche parola riesce subito a sentirla ed usarla facendola diventare parte dello spettacolo. Lo spettacolo è ben strutturato, il lavoro fatto sul testo è enorme e denota grande attenzione ed impegno, il gioco con le annotazioni sulla lavagna, apparentemente semplice, implica invece un grosso lavoro di costruzione filologico, degno di un’alta ingegneria artistica. Angelo Pintus, comico dalla lunga gavetta, con questo ultimo lavoro teatrale, mostra con maggiore determinazione di essere pronto per conquistare il mondo, ovviamente con l’ironia e la sagacia che lo contraddistingue.

Napoli, 29 novembre 2018