mer 18 LUGLIO 2018 ore 17.21
Home Economia “Macedonia e Valentina”: il nuovo libro di Pasquale Ferro

Presentato l’ultimo lavoro del creativo e poliedrico artista partenopeo, paladino delle donne
“Macedonia e Valentina”:  il nuovo libro di Pasquale Ferro
Sempre impegnato nel sociale come consigliere dell’Associazione Nazionale ANDDOS

di Marco Tosarello

Come da tradizione anche quest’anno nella celebre “via dei Presepi a Napoli”, con le statuine raffiguranti i migliori personaggi del 2014, a fianco del premier Matteo Renzi, del regista Paolo Sorrentino, dell’attore George Clooney, ci mettiamo a buon diritto anche lo scrittore partenopeo Pasquale Ferro. Artista poliedrico, capace ogni volta di lasciare tracce e messaggi significativi in ogni sua iniziativa. Messaggi che lasciano al pubblico sempre qualcosa di autentico. Che inducono a riflessioni importanti. Come la sua ultima fatica editoriale: “Macedonia e Valentina”, dedicato al coraggio delle donne. Lui che da sempre è un attento e sensibile paladino dell’universo femminile.
“Le donne hanno sempre fatto parte della storia – spiega lo scrittore Pasquale Ferro – anzi aggiungo che spesso hanno fatto proprio la storia. Eroine, politiche, sante ma anche guerriere, come pure compagne battagliere di viaggio di uomini combattenti”.
Le donne sono concepite, però, anche nella società moderna, nel ruolo di casalinghe, mamme e semplici mogli: “Ma ognuna con una sua precisa identità – sottolinea l’artista partenopeo – perché i ruoli della donna sono sempre molteplici e solo loro possono ricoprire. Come le protagoniste di questo libro: donne forti, combattenti in nome dell’amore. L’amore che contrasta anche la violenta realtà del carcere e di una società bigotta”.
Consigliere nazionale dell’Associazione ANDDOS (Contro le discriminazioni da orientamento sessuale), apprezzato per la sua genialità e creatività, con una originale scrittura già emersa nei precedenti “Gli odori dei miei ricordi”, “Genny Flowers”, “Mercanti di anime e usura”, “La luna esiste?” ed “Una radura verde smeraldo” (pubblicato anche in lingua russa), chiediamo all’autore il segreto della sua filosofia di vita, non solo artistica: “Sono fondamentalmente un uomo libero – rimarca Pasquale Ferro – libero di amare, di sognare ancora, anche di sconfinare, senza barriere, senza pregiudizi, Libero di vivere la mia vita in tutta la sua essenza. Lottando per l’affermazione e la difesa dei diritti e dei valori delle persone, la cui realizzazione passa anche attraverso la lotta ai pregiudizi e contro ogni forma di discriminazione. Cercando quotidianamente di contribuire attivamente alla trasformazione di una società ancora troppo intollerante e, quindi, poco poco accogliente nei confronti delle diversità di identità e di pensiero”.

Napoli, 22 dicembre 2014