lun 1 MAGGIO 2017 ore 07.24
Home Sport La vittoria delle polemiche

La vittoria delle polemiche

di Sibilio Francesco

In quest’ultima giornata di campionato, a far notizia non sono i risultati delle big, le quali hanno vinto tutte, quanto piuttosto le scie di polemica che hanno accompagnato le squadre di vertice nel post-partita.

La nostra analisi parte dalla Juve, che allo Stadium contro un Palermo in piena lotta salvezza, ha avuto vita facile ed ha vinto 4-1 grazie alle reti di Marchisio, Higuain e alla doppietta della “Joya” Dybala.

Partita senza storia, dominata in lungo e largo dalla squadra di Allegri, che, però, ha dovuto fare i conti con il “caso Bonucci”; infatti, non sono sfuggite alle telecamere il battibecco avvenuto tra il difensore e il mister, circa una posizione sbagliata.

Una volta richiamato in panchina, “Bonny” non si è fermato insieme agli altri compagni in panchina, ma è scappato subito negli spogliatoi, violando una regola “sacra” dello spogliatoio bianconero. E la decisione della società non si è fatta attendere, visto che il difensore non è stato convocato per la partita fondamentale di Champions contro il Porto.

Un clima certamente non sereno alla vigilia di una trasferta così importante.

Anche per il Napoli la situazione non è delle migliori dopo le esternazioni del Presidente De Laurentiis nei confronti del mister Sarri nell’immediato dopo partita di Champions contro il Real Madrid.

Nonostante l’immediato riscatto della squadra nella ostica trasferta di Verona, archiviata con un ottimo 1-3 con i goal di Insigne, Hamsik e Zielinski, il club partenopeo ha imposto ai suoi tesserati il silenzio stampa, alimentando ancor di più il clima di tensione e pesantezza che si avvertiva già alla vigilia del match.

Nell’altra big, la Roma, a far discutere non è tanto l’ottimo risultato ottenuto contro il Torino, 4-1 con goal del solito Dzeko, Salah, Paredes e Nainggolan, quanto piuttosto le parole di Spalletti, il quale, alle prese con il rinnovo di contratto, ha posto come condizione non solo una vittoria in una competizione, ma anche il rinnovo della leggenda vivente Totti.

Non si è capito se è stata una boutade o un reale pensiero del mister della Roma, sta di fatto che Spalletti, attualmente, non pare molto convinto di rinnovare il contratto e sta cercando di rinviare il discorso al più tardi possibile.

Buon campionato a tutti!

Napoli, 26 febbraio 2017

 

Similar articles
0 23

0 17