ven 24 NOVEMBRE 2017 ore 19.19
Home Riceviamo e pubblichiamo Gassificatore? Game Over! Una Vittoria anche degli Studenti di Capua

Gassificatore? Game Over!

 Una Vittoria anche degli Studenti di Capua

E’ di questi giorni la notizia del definitivo stop all’ipotesi di costruire un gassificatore di rifiuti sul suolo di Capua da parte della Regione, un impianto mai nato che già ci è costato 150mila euro in consulenze, in un Paese dove crollano strade e si allagono interi piccoli centri alle prime gocce d’acqua, in cui chiudono gli ospedali e crollano i tetti delle scuole.

E’ stata una vittoria di tutta la città e delle comunità limitrofe, ma anche degli studenti degli istituti capuani, che in questi anni hanno sostenuto attivamente la lotta No Gas ed al contempo ribadito il loro fermo no alle politiche d’austerity, alla precarizzazione del presente e del futuro e allo smatellamento della scuola pubblica.

Ma la mobilitazione per la salvaguardia del territorio e più in generale per l’accrescimento della sua vivibilità non si ferma qui, anzi, riparte con rinnovato slancio. La lotta No Gas è stata ed è la lotta di tutti coloro, studenti, disoccupati, precari, che quotidianamente battagliano per non sacrificare il proprio futuro all’altare della logica del profitto.

L’intenzione, da parte delle Istituzioni, di edificare tale ecomostro a Capua è stata rivelatrice di quanto poco rispetto ci sia per la grande popolazione studentesca che vive e fa vivere questa città.

Vogliono farci credere che in questa terra bistrattata e martoriata dove è messo in discussione anche il diritto alla sopravvivenza fisica sia impossibile trovare spazio per ogni sorta di rivendicazione, dal diritto ad usufruire di una scuola pubblica laica ed accessibile a quello di disporre di un trasporto pubblico gratuito e degno di questo nome per tutti gli studenti.

Vogliono farci credere che per chi non è disposto ad abbassare la testa ed accettare lo stato di cose presenti, l’unica via d’uscita sia emigrare.
Appuntamento a domenica 25 a Palazzo Fazio dalle ore 19 per l’assemblea-dibattito a conclusione della settimana in Movimento.

 Capua, 22 ottobre 2015