ven 24 NOVEMBRE 2017 ore 19.30
Home Economia A Bagnoli il grande attrattore nel parco di 120 ettari diventa petizione...

A Bagnoli il grande attrattore nel parco di 120 ettari diventa petizione popolare.

Affollato il convegno su Bagnoli organizzato dal gruppo consiliare PD al Comune di Napoli, assenti solo i parlamentari impegnati a Roma, l’incontro si è aperto con l’intervento del “padre” del piano urbanistico di Bagnoli Vezio De Lucia che ha ripercorso la storia del suo periodo da assessore della Giunta Bassolino ricordando che un piano a suo parere c’è e che non bisognerebbe rincorrerne altri. Il consigliere Carmine Attanasio, moderatore dell’incontro, ha annunciato l’iniziativa del gruppo consiliare PD che ha avviato una petizione popolare per la realizzazione della Città della Musica, del Teatro, della Produzione Televisiva e Cinematografica all’interno del grande parco di 120 ettari previo utilizzo delle cubature garantite dalla riconversione dei manufatti di archeologia industriale. Il Presidente della Municipalità Bagnoli – Fuorigrotta ha detto che la colpa dell’arrivo del commissario è da attribuire tutta a De Magistris che, nei fatti, in quattro anni e mezzo non ha mai fatto discutere il Consiglio Comunale per poi denunciare, in maniera strumentale, il suo scavalcamento dalle decisioni del Governo. Interventi poi anche di Peppe Balzamo, già consigliere Comunale di Napoli ed ex presidente della Circoscrizione Bagnoli e del segretario del circolo PD Nazareno Pecoraro che ha ricordato anche l’iniziativa di domani (oggi ndr) sull’argomento organizzato per le ore 17.00 presso il Circolo Bagnoli di piazza Salvemini a Bagnoli. Presenti, tra gli altri, il consiglieri comunali Aniello Esposito, Antonio Borriello e Gennaro Esposito.

Napoli, 22 ottobre 2015