sab 17 NOVEMBRE 2018 ore 09.42
Home Tecnologia Un venerdì di occasioni

Un venerdì di occasioni
di Giulia Di Nola

Il Black Friday è un’americanata adottata dall’Italia che ha registrato un aumento d’interesse di oltre il 99% e atta solo a spennare polli.

La sua peculiarità è quella di offrire convenienti sconti dando il via alla stagione degli acquisti natalizi.

Risultati immagini per foto Il Black Friday

Ogni anno ricorre tale appuntamento e in America cade il primo venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, successivo a quello del Cyber Monday, giorno in cui, nel nostro Paese, la categoria informatica è quella con un maggior numero di compratori.

Alcuni credono che l’espressione Black Friday sia nata a Filadelfia dopo una lunga e snervante giornata di traffico, altri pensano si possa far riferimento ai libri contabili di commercianti che passavano dal colore rosso al nero e si trattava d’un giorno di grandi guadagni, il più proficuo per i rivenditori.

Le grandi catene di distribuzione propongono eccezionali occasioni per incrementare le vendite e attirare l’attenzione su di sé del popolo che, il più delle volte, è spinto a fare acquisti superflui e senza senso.

Vetrine luccicanti, odori e suoni incantatori possono, in effetti, attivare spese incontrollate che fanno leva sul vuoto esistente in noi e sul conseguente appagamento, alleviando le pagine del forte stress che ci attanaglia.

Ciò genera una sorta di dipendenza da shopping che la società materialista impone ai perdenti.

Fortuna che tutto quello che ha a che fare con la nobiltà d’animo non si possa né pesare, né vendere ammesso che questo non sia già avvenuto.

Napoli, 5 ottobre 2018