mar 21 MAGGIO 2024 ore 14.24
Home Riceviamo e pubblichiamo Sal Da Vinci con Fatima Trotta e Ciro Villano emozionano in “La...

Sal Da Vinci con Fatima Trotta e Ciro Villano emozionano in “La Fabbrica dei Sogni”
di Domenico De Gregorio

Uno stabile dismesso, un manicomio fatiscente destinato a diventare dimore degli ultimi, di quelli che scappano dalla guerra e dalla povertà, ammassati su barconi senza futuro, è lo sfondo del musical “La Fabbrica dei Sogni” scritto ed interpretato da Sal Da Vinci e Ciro Villano in scena al teatro Diana di Napoli, insieme a Fatima Trotta ed ad un giovane gruppo di attori, ballerini e cantanti.

Ma quel luogo non è come sembra, al suo interno, tra quelle mura si nascondono altri emarginati, altri ultimi, pazzi, invisibili che non fanno neanche notizia ma che hanno tanti sogni da realizzare e tanta voglia di comunicare con quel mondo di fuori dal quale scappano per paura.

Fin dalle prime battute si percepisce la forza dello spettacolo, un musical accattivante e corale che lascia lo spettatore senza fiato innanzi alla forza delle canzoni ed alle perfette coreografie del gruppo di ballerini-attori. Sal da Vinci nel ruolo di artista fallito per colpa di un amore finito male al quale non vuole rinunciare, canta con passione nuove e vecchie canzoni del suo repertorio e che fanno da collante ai vari quadri scenici che si susseguono per circa due ore, con velocità e leggerezza. La sua voce è ricca di sfumature e toni caldi, meno potente di un tempo ma altrettanto avvolgente che emoziona lo spettatore.

Ciro Villano, nel ruolo del vigile chiamato a sgombrare il manicomio per una riconversione che si scopre essere poco pulita, diverte con le sue battute e la sua comicità fatta di doppi sensi ed equivoci lessicali. La sua comicità è al passo con i tempi frutto di un attento studio della parola ed osservazione dei comportamenti umani nei quali tutti si riconoscono. Brava Fatima Trotta, che interpreta alla perfezione il ruolo di psichiatra pazza, fluida e veloce la sua puntuale recitazione così come il suo canto.

Sicuro di sé in scena Francesco Da Vinci, capo banda dei reietti più agguerriti del manicomio, che mostra una sempre maggiore padronanza della scena. La fabbrica dei sogni con i suoi colori, la sua forza ed allegria si conferma un grande musical che non delude lo spettatore strappando copiosi applausi fino alla chiusura del sipario.

Napoli, 18 maggio 2023