mar 24 APRILE 2018 ore 23.51
Home Sport Roma, che crollo.

Roma, che crollo.
di Sibilio Francesco

Nell’ultima giornata della Serie A prima delle meritate vacanze, non sono di certo mancati gli spunti giornalistici di vario interesse.

Partiamo dal crollo della Roma, la quale non riesce più a vincere e cede in casa contro una Atalanta che non è più una sorpresa, bensì una delle realtà più belle del nostro calcio.

Partita decisa già dal primo tempo, con un uno-due terrificante da parte dei bergamaschi operato da Cornelius e De Roon, magistralmente guidati da Gasaperini in panchina e dal capitano Gomez in campo, davvero un grande giocatore.

La Roma si è mostrata indifesa nell’arco di tutta la partita e nonostante la superiorità numerica avuta per tutto il secondo tempo, non è riuscita a ribaltare il risultato (il goal di Dzeko ha acceso una flebile speranza che poi si è rivelata vana).

In casa giallorossa, sono troppe le perplessità soprattutto da un punto di vista tattico, con Schick, acquisto più pagato nella storia giallorossa, che nella posizione di esterno si sta rivelando un flop e con Nainngolan e Strootman, due top player nell’era spallettiana, che stanno trovando non poche difficoltà nel nuovo modulo scelto da Di Francesco.

La Roma perde e ne approfitta l’altra squadra capitolina, la Lazio, che a Ferrara contro la Spal ha vita facile, vincendo 2-5, trascinata da un Immobile superstar, autore di un poker.

Grande dimostrazione di forza della squadra di Inzaghi, che in avanti ha incantato con le giocate del bomber partenopeo, magistralmente servito da Milinkovic e da Luis Alberto, autore anche lui di un goal di pregevole fattura.

Con questo successo la squadra biancoceleste supera i giallorossi e con una partita in meno da recuperare, ha anche la possibilità di scalzare l’Inter al terzo posto.

Inter che non riesce più a vincere ed è costretta sul pari da un’ottima Fiorentina, che a dirla tutta, meritava il bottino pieno per il gioco espresso.

Al solito goal di Icardi, ha replicato il “Cholito” Simeone allo scadere fissando il punteggio in un 1-1 che non ha accontentato nessuno.

Buon campionato a tutti!

Napoli, 26 gennaio 2018