ven 24 NOVEMBRE 2017 ore 19.26
Home Economia Progetto Bellezza. Interrogazione Parlamentare del M5S.

Progetto Bellezza,  il Governo prima annuncia e poi sparisce, interrogazione  del M5S

E’ stata presentata e pubblicata un’interrogazione presso il Senato della Repubblica, dal MoVimento 5 Stelle, indirizzata al Ministro dei Beni Culturali, per conoscere lo stato di attuazione del progetto “Bellezza” annunciato dal Governo lo scorso Maggio.

Doveva essere pubblicato il 10 Agosto 2016 il decreto attuativo con il quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri, avrebbe dovuto assegnare 150 Milioni di euro promessi per il recupero dei beni culturali segnalati dai cittadini, ma ad oggi non si sa più nulla, buio totale dichiara la portavoce del M5S Vilma Moronese, che ha presentato l’atto ispettivo a palazzo Madama, che mira a fare chiarezza sull’iniziativa annunciata anche in TV da Matteo Renzi l’8 Maggio 2016 nella trasmissione Che tempo che fa dove disse : il 10 Agosto andando in vacanza io firmerò il decreto.

Purtroppo ancora una volta Renzi è vittima di se stesso e della sua annuncite, dice una cosa e poi non la fa. Noi chiediamo con questa interrogazione di sapere naturalmente che fine ha fatto questo decreto, i nomi delle persone che costituiranno la fantomatica commissione che dovrà giudicare le richieste, quindi i criteri di scelta e visto che parliamo di soldi vogliamo che il Governo, ove mai dovesse riuscire un giorno a portare a termine questa ennesima promessa, sia trasparente e quindi che venga tracciato ogni singolo euro conclude la Moronese (M5S)

Roma, 26 Settembre 2016

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-06385

Atto n. 4-06385

 

MORONESE , DONNO , BERTOROTTA , CAPPELLETTI , TAVERNA , SANTANGELO , MARTON , PUGLIA , NUGNES , GIARRUSSO - Al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. -

Premesso che l’iniziativa “bellezza@governo”, annunciata dal Presidente del Consiglio dei ministri durante un’intervista dell’8 maggio 2016, è stata deliberata nell’ambito della riunione del 1° maggio 2016 del Comitato interministeriale per la programmazione economica. Con tale iniziativa, il Governo ha messo a disposizione 150 milioni di euro per i luoghi culturali da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare;

considerato che secondo quanto riportato sul sito della Presidenza del Consiglio dei ministri, le email arrivate fino alla mezzanotte del 31 maggio 2016 sono state 139.759. Il 22 giugno 2016terminato il lavoro di lettura delle email ricevute, i luoghi raccolti risultano essere circa 8000. Nel sito si legge che “Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016″;

considerato inoltre che:

ad oggi l’annunciato decreto non risulterebbe essere stato emanato; inoltre, il sito non riporta notizie in merito alla costituzione della commissione né ai criteri da utilizzare per la selezione dei beni;

risulta agli interroganti che molti Comuni sono in attesa di ricevere riscontro in modo da programmare al meglio le iniziative di recupero di luoghi culturali presenti sul territorio,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti;

quali siano le motivazioni per cui non si è proceduto all’emanazione del decreto nel termine previsto;

se la commissione sia stata costituita e da chi sia effettivamente composta;

quali siano i criteri già definiti o utilizzati per la selezione delle opere;

se non ritenga che sia doveroso garantire una maggiore trasparenza e pubblicità delle operazioni, considerando che l’iniziativa “bellezza@governo” prevede lo stanziamento di risorse pubbliche;

quali siano le tempistiche ipotizzate per l’effettiva erogazione delle somme di denaro e quali siano i meccanismi di controllo e monitoraggio programmati.

Roma, 22 Settembre 2016