sab 28 MAGGIO 2022 ore 12.14
Home Sport Papa Francesco rimuove un arcivescovo Paraguayano colpevole di avere coperto un prete...

Papa Francesco rimuove un arcivescovo Paraguayano colpevole di avere coperto un prete pedofilo

di Manlio Maglio

Continua senza sosta la lotta contro i preti e prelati pedofili, avviata da papa Benedetto e continuata energicamente da Francesco che non esita a definire “criminali, esseri abietti, lebbra, dissacratori e traditori di Cristo” tutti quelli che abusano dei bambini. Egli precisa che tale azione è tanto grave da avere sicuramente radici diaboliche.

Bergoglio vuole assolutamente che le mele marce siano allontanate definitivamente perché è sbagliato cercare di coprire i pedofili per “salvaguardare il buon nome della chiesa”. Il male che fanno quei criminali è troppo grande e grida vendetta al cospetto di Dio.

Così, grazie alla determinazione di Papa Francesco, varie migliaia di preti sono finiti davanti ai tribunali ecclesiastici per essere giudicati. Si calcola una media di 600 processi l’anno, per reati commessi dal 1965 al 1985. Da i processi canonici, negli ultimi anni, sono scaturite ben 400 condanne di presbiteri e vescovi, ridotti allo stato laicale. C’è anche da dire che il Papa, il nome della trasparenza, ha voluto che le diocesi interessate provvedessero a pubblicare gli elenchi dei sacerdoti condannati.

Purtroppo però ci sono dei Presuli che non riescono ancora a convincersi della necessità di denunciare i pedofili e preferiscono nascondere la verità per evitare gli scandali. Costoro non hanno recepito il messaggio “tolleranza zero” di Papa Francesco. Fra questi c’è Monsignor Rogello Ricardo Livieres Piano, arcivescovo di Cutad del Este (Paraguay) che, in luogo di denunciarli, ha coperto gli abusi sessuali di un prete della sua diocesi.

Con “l’effetto Bergoglio” però, c’è chi ha denunziato la cosa alla Santa sede e, immediatamente, è scattata l’inchiesta. Raccolte le prove, l’alto prelato è stato immediatamente giudicato, condannato, e rimosso. Al suo posto il Papa ha subito provveduto a nominare un nuovo arcivescovo: Monsignor Ricardo Jorge Valenzuela Rios.

Questo provvedimento rappresenterà un forte monito nei confronti di quei presuli che preferiscono nascondere il male piuttosto che denunciarlo. Sarebbe auspicabile che questi severi provvedimenti del Vaticano possano essere un segnale forte anche per quei governi che, per arricchire il proprio Paese, favoriscono il turpe fenomeno del turismo sessuale a danno dei minori.

Manlio Maglio