lun 13 LUGLIO 2020 ore 11.11
Home Tecnologia Napoli. New Piazza Garibaldi

New Piazza Garibaldi
di Pio Gargano*

Un giorno davvero speciale è stato il 29 novembre 2019, in tale data è stata finalmente inaugurata a Napoli la nuova e bellissima piazza Garibaldi firmata Dominique Perrault Architecture.
Di fronte alla stazione centrale, con i suoi 65.000 metri quadrati, piazza Garibaldi è oggi non solo uno dei più grandi centri nevralgici e futuristici della città, ma è anche una delle piazze più grandi di tutta l’Europa!

Una volta conclusi i lavori di restyling, la piazza rende calpestabili circa 37.000 m2 per i pedoni con anche tanti nuovi spazi verdi (130 alberi piantati), dei funzionali spazi per il tempo libero, un anfiteatro esterno (collegato con un accesso alla metropolitana), piccoli chioschi per negozi, un campo da calcio, una “mezza luna” da basket che fa molto “American Street Basketball ” ed un colorato parco giochi per i più piccini.

Nella ristrutturazione è stato previsto anche un nuovo sistema di illuminazione pubblica, progettato sempre dallo studio di Dominique Perrault.
In piazza come dicevo, sono stati aperti nuovi accessi verso il sottosuolo, davvero molto utili, collegando al meglio la metropolitana, la circumvesuviana, la galleria commerciale coperta alla stazione centrale ed anche ad un nuovo parcheggio sotterraneo.
Enorme e lungo è stato il lavoro di ristrutturazione e trasformazione vera e propria della piazza e delle sue tante infrastrutture:
i cantieri furono aperti nel 2013 dopo l’inaugurazione della nuova stazione della metropolitana, a cui seguì il completamento nel 2015 della nuova galleria commerciale coperta.

Ecco a voi il nostro biglietto da visita:
Benvenuti a Napoli!

Riporto qui alcune delle testimonianze del nostro Sindaco De Magistris:

“Piazza Garibaldi è motivo di orgoglio.”

“Piazza Garibaldi, stazione ferroviaria, Napoli. L’agorà più grande d’Italia con parcheggio auto, interscambio gomma-ferro, 130 alberi, chioschi per la vendita, illuminazione nuova, video di sorveglianza, aeree sportive, un’arena di 2000 posti per spettacoli”.
“Il più complesso è difficile condominio della città. La nostra sfida è far convivere una comunità in movimento con radici differenti. Le immagini sono più forti e potenti di ogni narrazione: bambine e bambini, ragazze e ragazzi, insieme, con pelli diverse e storie diverse, senza pregiudizi, si sono messi a giocare a calcio e a basket. Non è integrazione questa, è normalità. È il linguaggio normale dei piccoli, dei giovani. Napoli piazza aperta, Napoli porto aperto, Napoli dal cuore grande”.

* fotografie di Pio Gargano

Napoli, 10 gennaio 2020

Similar articles