mer 17 LUGLIO 2019 ore 23.54
Home Notizie di Oggi A Napoli “Mandolini sotto le Stelle”.

“Mandolini sotto le Stelle”

Napoli, Piazza del Plebiscito, 10 Agosto 2014

di Chiara Scamardella

La storia di Napoli e del mandolino diventano protagoniste della notte di San Lorenzo assieme al firmamento grazie al concerto “Mandolini sotto le Stelle” dell’Accademia Mandolinistica Napoletana in Piazza del Plebiscito.

Stamani conferenza stampa di presentazione al Caffè Gambrinus che ha contribuito alla manifestazione con una piccola sponsorizzazione. Erano presenti L’assessore alla Cultura Nino Daniele, il consigliere promotore dell’iniziativa Carmine Attanasio, Mauro Squillante, Massimo Della Valle ed Edgardo Filippone in qualità di massimi rappresentanti dell’Accademia Mandolinistica, dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e dell’Unione Astrofili Napoletani. Domenica 10 agosto, a partire dalle ore 23,00, lo strumento che più di tutti ha segnato la storia musicale della città diventa protagonista di uno spettacolo accompagnato dalla gran sorpresa di mezzanotte: tutte le luci della piazza saranno spente per consentire al pubblico di ammirare il cielo notturno, mentre la musica del mandolino li accompagnerà nella caccia alle stelle cadenti. L’evento “Mandolini sotto le Stelle”, inserito nell’ambito della rassegna “Estate a Napoli” organizzata dall’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Napoli retto da Nino Daniele, nasce su proposta dal consigliere comunale Carmine Attanasio. La serata sarà resa possibile grazie alla collaborazione del Caffè Gambrinus, dell’Accademia Mandolinistica Napoletana , dell’Associazione InCantidiSirene, dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e dell’Unione Astrofili Napoletani. L’evento prevede un concerto, a partire dalle 23,00 di domenica 10 agosto e l’osservazione del “cielo sopra Napoli” a cura dell’Osservatorio Astronomico in collaborazione con l’Unione Astrofili Napoletani che assicureranno l’allestimento di alcune postazioni di osservazione nella notte di San Lorenzo in Piazza del Plebiscito. Il concerto sotto la direzione artistica del mandolinista Mauro Squillante vedrà l’esibizione di tre diverse formazioni, Alle 23.00 una prima sessione sul repertorio classico napoletano eseguito dall’Ensemble Mandolinistico Salernitano, composto da 3 mandolini, mandola, mandoloncello e chitarra. Nella seconda parte il Duo Botany Play eseguirà brani contemporanei inediti per mandolino e fisarmonica. Il gran finale è affidato all’Orchestra dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, composta da 20 elementi tra mandolini, mandole, mandoloncelli e chitarre, e sarà dedicato alle serenate napoletane con musiche di Calace, Emma, Rossini. E mentre l’Accademia che serba l’antica tradizione del mandolino cesellerà sulle corde le serenate, le luci di Piazza del Plebiscito come già detto si spegneranno a mezzanotte in punto donando un momento unico ed irripetibile. “ Vi è nel suono del mandolino”, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele “una magia tutta napoletana, ma è una magia raffinata e colta, dolce come le melodie che potranno ascoltare napoletani e turisti nella notte di San Lorenzo in piazza del Plebiscito. Ringrazio i musicisti e con loro astronomi e astrofili, che aggiungeranno a quella della musica l’emozione di navigare nel cielo stellato e di orientarsi tra il mito e le costellazioni”.

  L’Accademia Mandolinistica Napoletana nasce nel 1929 per iniziativa di Raffaele Calace; viene ripresa nel 1992 da quei mandolinisti napoletani più sensibili alla esigenza di un recupero del mandolino napoletano quale strumento di tradizione colta. Da allora l’Accademia Mandolinistica Napoletana, presidente il mandolinista Mauro Squillante e direttore artistico il violoncellista Leonardo Massa, costituisce un importante e costante punto di riferimento per gli amatori, gli appassionati ed i cultori del mandolino napoletano, offrendo supporto didattico a chi desidera avviarsi allo studio dello strumento, attraverso l’attività didattica della Scuola Napoletana di Mandolino tenuta da Mauro Squillante, e fornendo ogni tipo di supporto al professionista che col mandolino vuole esercitare la propria attività artistica. L’efficace attività di promozione e diffusione del mandolino napoletano svolto dalla Accademia Mandolinistica Napoletana ha avuto come sbocco naturale l’istituzione della classe di mandolino presso il Conservatorio di S. Pietro a Majella e poi in seguito a anche a Salerno e Benevento, una incredibile lacuna colmata appunto grazie al diretto impegno dei mandolinisti dall’Accademia. Le sue formazioni da camera e la sua orchestra, la NapoliMandolinOrchestra, si esibiscono con successo in tutto il mondo.

Napoli, 9 agosto 2014