ven 20 LUGLIO 2018 ore 21.34
Home Economia Martin Scorsese emoziona Bologna

Martin Scorsese emoziona Bologna
di Mario Mormile

Si è conclusa ieri sera la straordinaria visita di Martin Scorsese a Bologna, il regista di New York durante il suo soggiorno bolognese è stato protagonista in tre eventi a distanza di pochi giorni. Il tutto è avvenuto durante le notti del programma Sotto le Stelle del Cinema, che porta il grande cinema all’aperto in Piazza Maggiore.

Risultati immagini per foto scorse a bologna

Scorsese è arrivato Giovedì, introducendo con una breve intervista, la proiezione in piazza di uno dei suoi più grandi classici ovvero Raging Bull/Toro Scatenato, raccontando anche alcune problematiche sulla sua realizzazione, specie di come sia stato De Niro a spingerlo a fare un film di cui inizialmente non era molto convinto. Interessanti gli aneddoti sulle riprese che il regista ha descritto come lunghe e faticose, dovute anche alla sua inesperienza dal punto di vista sportivo in generale ma soprattutto della boxe.

Sabato invece è stata la volta di due uscite, la prima al Teatro Comunale dove Scorsese nel pomeriggio ha tenuto una conversazione con alcuni dei migliori registi italiani di questo momento: Valeria Golino, Alice Rohrwacher, Jonas Carpignano e Matteo Garrone che si sono confrontati con lui. Molti gli spunti di discussione in merito al processo creativo e al rapporto con gli altri membri del cast ma soprattutto Scorsese con i suoi 76 anni ha mostrato grande lucidità nel parlare di supporti e del rapporto tra pellicola e digitale e del loro restauro oltre che l’importanza del riportare in sala i grandi film del passato, di mostrarli al pubblico e di creare delle esperienze collettive di condivisione.

Logica prosecuzione del suo discorso è stata la serata in cui Scorsese ha mostrato i suoi progetti attuali, che oltre a continuare la sua attività di realizzazione di film, continua il suo percorso ormai iniziato dai primi anni ’90 per la promozione e alla conservazione del cinema del passato, specie con la World Cinema Foundation.

In questa occasione è stato presentato il restauro da lui promosso di un titolo classico del cinema messicano “Enamorada” di Emilio Fernandez un film del 1946 accolto caldamente dal pubblico di Piazza Maggiore.

Bologna, 25 giugno 2018