gio 28 MAGGIO 2020 ore 07.41
Home Sport “Lorenzigno ritrovato”

“Lorenzigno ritrovato”
di Raffaele Russo

Magnifica serata Domenica 26 gennaio al San Paolo dove il Napoli del Sergente di Ferro Gattuso batte la Juventus dell’ex Sarri per 2-1.

Il Napoli con una esaltante prestazione di tutta la squadra, ha chiuso il match, con una rete spettacolare del capitano Insigne. Lorenzigno, ha trascinato i suoi con una strepitosa serata all’insegna del buon calcio, fatto di pressing, passaggi di prima e tanta cazzimma, quella che chiedeva sin dal suo arrivo, Ringhio.

E’ una grande gioia, battere la prima in classifica, è una vittoria è ancora più speciale, prima di tutto, perché arrivata contro l’acerrima nemica di sempre, poi perché Gattuso sta creando un bellissimo feeling con la squadra e spero che arriverà presto sui livelli che tutti conosciamo. Il mister Ringhio, sta dando dignità alla squadra ed anche alla città, incita i suoi sin dagli allenamenti, ed è sempre presente. Un ringraziamento va anche al pubblico partenopeo, che ha ritrovato il suo Napoli, il capitano e di nuovo entusiasmo, dando una carica speciale ed incitando e cantando con i ragazzi fino alla fine.

Buoni tutti i reparti che hanno commesso pochissimi errori, Meret ritorna tra i pali sicuro su Higuain in due occasioni, e la difesa con Mario Rui, Manolas e Di Lorenzo pronti a chiudere le poche occasioni bianconere. Anche il centrocampo con l’innesto di Demme, tiene molto bene, l’ex del Lipsia, intercetta una miriade di palloni e rompe il gioco avversario, ottimo anche Zielinski, autore della prima rete, ed il reparto offensivo con Milik instancabile, Callejon autore dell’assist per Insigne, che a volo spiazza il portiere juventino.

Una bella vittoria scacciapensieri ed a breve con il ritorno di Koulibaly, Mertens e Allan, potremo affrontare la partita contro il Barcellona, e le semifinali di Coppa Italia, con un altro spirito.

A pochi giorni dalla chiusura del calciomercato, si fanno i nomi di Politano, acquisto già chiuso, e di Petagna, il quale non vede l’ora di arrivare in casa Napoli.

Napoli, 28 gennaio 2020

Similar articles
0 179