mar 21 MAGGIO 2024 ore 13.58
Home Cultura Lentamente restaurare. Economy of Francesco: il patto per una nuova economia. Martina...

Lentamente restaurare. Economy of Francesco: il patto per una nuova economia.
di Martina Tafuro

“non sei sola, siamo insieme,
siamo decine di giovani che credono
nella reale possibilità di ripensare
nuove economie, per tutti”

 

Logo-EoF2020Papa Francesco nel 2019 chiama “i giovani economisti, imprenditori e imprenditrici di tutto il mondo […] a fare un «patto» per cambiare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani” che sia più giusta, inclusiva e sostenibile.

L’invito è alla partecipazione ad un incontro per “ri-animare l’economia”, partendo dagli insegnamenti di san Francesco: il “poverello” di Assisi che ha risposto concretamente al “Va’, Francesco, ripara la mia casa che, come vedi, è tutta in rovina”.

Il cambiamento proposto con urgenza è globale e coinvolge i giovani “già profezia di un’economia attenta alla persona e all’ambiente”, capaci di non voltarsi dall’altra parte di fronte alle grida della Terra.

A tre anni da quella chiamata, la comunità riesce ad incontrarsi per la prima volta in presenza ad Assisi dal 22 al 24 settembre.

Sono arrivata ad Assisi stanca di cavalcare un settembre di scadenze, conferenze, video-call.MARTINA

Mi sono sentita in colpa per essermi preparata poco, per non aver interagito abbastanza nelle settimane che hanno preceduto un incontro che aspettavo da tempo.

Ed Economy of Francesco è riuscito a sorprendermi di nuovo.

Non a caso lo chiamiamo processo, non a caso il processo non ha gerarchie, confini, mansioni e categorie di responsabilità.

Economy of Francesco “The Global Event 2022” mi ha trovata impreparata, come più di due anni fa il Papa e la sua chiamata ci hanno colti impreparati e, nonostante tutto, abbiamo risposto sì.

Sì ad un processo a metà strada tra il già e il non ancora.

Il contesto economico che si sta delineando pone non pochi interrogativi sulla concreta possibilità di prosecuzione dell’attuale situazione di benessere degli individui che investe sicuramente risorse economiche, ma anche e nondimeno aspetti non economici della vita.

L’accessibilità e la disponibilità delle risorse, dinamiche sociali e relazionali, comportamento e ambiente sono al centro del dibattito economico attuale; la pandemia e la guerra la fanno da padroni.

 

assisi eof
Sì alla chiamata alla salvaguardia dei beni comuni per il bene comune: è questo il senso della chiamata all’evento globale di Economy of Francesco.

Sono sorpresa perché, nonostante l’impreparazione, nonostante le corse per tenere alto lo standard delle efficienze quotidiane, il processo riesce ad essere un Volto rassicurante fatto di volti che sono pronti ad accogliere.

8“Noi in questa economia crediamo.
Non è un’utopia, perché la stiamo già costruendo.
E alcuni di noi, in mattine particolarmente luminose,
hanno già intravisto l’inizio della terra promessa.”

8

L’evento per me ha avuto il sapore di un ricordo reciproco che è pronto a sussurrarmi ogni giorno “non sei sola, siamo insieme, siamo decine di giovani che credono nella reale possibilità di ripensare nuove economie, per tutti”.

È ciò che ho deciso di fare. La Bellezza di Economy of Francesco è che l’incontro ne segna l’inizio.

L’inizio per me sarà continuare a testimoniare questa chiamata nel mio lavoro di ogni giorno, con le persone con cui mi relaziono, nei luoghi che chiamo casa.

È in questa libertà che sento la responsabilità di un dialogo con chi non fa già e non ancora parte di Economy of Francesco.

Foto 2

Laboratori, momenti d’arte e sessioni di confronto con grandi economisti, accademici e imprenditori che insieme ai giovani riflettono sulla “cura della casa comune” e sulla costruzione di nuovi modelli per nuove economie: questi i contenuti previsti per l’evento 2022 The Economy of Francesco.

I giovani hanno partecipato, tra le altre, a sessioni parallele di confronto e lavoro su dodici diversi temi economici, i “Villages”, costruiti durante i mesi precedenti di dibattito: lavoro e cura, management e dono, finanza e umanità, agricoltura e giustizia, energia e povertà, profitto e vocazione, politiche per la felicità, CO2 della disuguaglianza, business e pace, donne per l’economia, imprese in transizione, vita e stili di vita.

Al termine dell’evento è stato sancito un “patto” con una dichiarazione finale dei giovani economisti, imprenditori e changemakers della comunità EoF.

IT-PATTO-DECLARATIONofASSISI-2022-09-24-EoF_page-0001

Pisa, 11 ottobre 2022