mer 24 APRILE 2024 ore 16.56
Home Economia L’attrattiva per la Campania Felix si riaccende all’estero: investimenti internazionali e un...

Seconda casa in Campania, per gli stranieri forse non è più una questione di lusso
L’attrattiva per la Campania Felix si riaccende all’estero: investimenti internazionali e un articolo sul Times

di Francesca Gironelli

Comprare un’abitazione in Campania come seconda casa all’estero. Se fino a ieri non era ancora frequente la scelta di questa regione da parte degli stranieri in cerca di un immobile in Italia, ora qualcosa sta cambiando.

Fatta salva la costiera che da sempre attrae turisti e investitori per le sue bellezze e tradizioni, la Campania registra in generale una buona crescita delle richieste di immobili dall’estero, secondo i dati che arrivano da Gate-away.com, il portale immobiliare dedicato agli stranieri che desiderano comprare una seconda casa in Italia.

L’incremento rispetto all’anno precedente è pari al 20,4% e la media del valore degli immobili ricercati si attesta intorno al 326mila euro: “Il mercato immobiliare locale sicuramente è trainato dal segmento lusso, per proprietà che vanno dai 500mila euro in su – commenta Massimo Mattioli, area manager di Gate-away.com per la Campania – e ben il 26% delle richieste in arrivo è proprio per questo tipo di immobili, che spesso sono situati sulla costa. Ma è interessante rilevare – aggiunge Mattioli – che il 36,5% delle domande viene inoltrato per immobili che hanno un valore al di sotto dei 250mila euro. Non solo lusso quindi”.

La tendenza nella ricerca di una seconda casa in Campania rilevata da Gate-away.com è quella di un’abitazione indipendente (85,65%) e subito abitabile (72,97%) anche se l’interesse per case da ristrutturare è discreto (quasi il 23% delle richieste).
Nella classifica delle cinque città più ricercate in Campania stilata da Gate-away.com, Napoli si piazza al primo posto, seguita da Positano, Scario, Ravello e Massa Lubrense.
Fra le nazionalità che più richiedono case in Campania, si piazzano primi gli americani, seguiti dai britannici, gli olandesi, i francesi e i canadesi.

“L’aumento di interesse per la Campania da parte di americani e inglesi – conclude Massimo Mattioli – potrebbe avere un legame con il successo editoriale di Elena Ferrante, che a Napoli e dintorni ha ambientato i suoi romanzi, o con l’arrivo di investimenti esteri per progetti come il centro europeo di Apple o quello d’eccellenza aerospaziale. Gli investitori internazionali potrebbero optare per una casa in Campania non solo come seconda casa per vacanze o dopo la pensione, ma anche per permanenze di lavoro”. E l’articolo pubblicato sulla nota testata giornalistica Times poco tempo fa (“Welcome to Italy’s new hi-tech hub”) sottolinea l’attenzione all’estero dedicata al mercato immobiliare campano.

Napoli, 1 giugno 2016

Similar articles