lun 19 NOVEMBRE 2018 ore 09.54
Home Notizie di Oggi Italia a cinque stelle?

Italia a cinque stelle?

di Raffaele Russo

Le elezioni comunali di Giugno hanno lanciato un primo campanello di allarme al governo e alla coalizione del Premier Matteo Renzi, soprattutto in vista del referendum di Ottobre, autentico crocevia di questa legislatura.

Le sconfitte di Giachetti e Fassino nelle città di Roma e Torino sono state delle autentiche debacle, anche se dalle caratteristiche diverse; infatti, mentre per Giachetti era prevedibile una sconfitta, anche se con queste proporzioni era difficilmente immaginabile (Raggi 65%- Giachetti 35%), la sconfitta di Torino rappresenta una vera e propria macchia per il Pd, con il sindaco uscente Fassino, che quasi certamente paga per le scelte di partito fatte a Roma piuttosto che per il suo operato, visto che dagli analisti il suo lavoro è stato ritenuto buono.

Sconfitte arrivate contro candidati del movimento 5 Stelle, il quale, rispetto al passato, ha scelto candidati seri e dall’indiscusso curriculum vitae e oggi più che mai, si propone come alternativa seria e di governo.

Il “passo di lato” di Grillo, più le scelte a favore dei cittadini degli stessi parlamentari (vedi taglio degli stipendi e rinuncia dei rimborsi per favorire le piccole e medie imprese) hanno fatto si che i cittadini vedano nel Movimento non solo un partito che raccoglie consenso dall’antipolitica, ma anche un movimento politico di proposta e di progetti concreti, determinando il loro successo.

Per il partito del Premier la “magra” consolazione di Milano, con Sala che batte Parisi e si aggiudica la “capitale economica” del Paese: hanno inciso il traino dell’Expo e il fatto che il competitor fosse espressione di un centrodestra che, per quanto unito, attraversa una fase delicata e difficile e non riesce a ottenere consensi come in passato.

Dopo questa tornata elettorale, il passaggio clou è il referendum di Ottobre che può determinare la fine “politica” del Premier o il suo successo, visto la “personalizzazione” di questa campagna.

Certo, alla luce degli ultimi risultati, il quadro si presenta estremamente incerto.

Napoli, 28 giugno 2016