lun 21 AGOSTO 2017 ore 14.42
Home Economia Inaugurata La “Porta del Sud” ad Afragola.

Inaugurata La “Porta del Sud” ad Afragola

di Raffaele Russo

Martedì alle ore 11:00 è stata inaugurata la Stazione alta velocità di Afragola. Presenti alla cerimonia il Premier Gentiloni, il Ministro delle Infrastrutture Del Rio, il Governatore della Campania De Luca, deputati, politici locali, i dirigenti di RFI e Ferrovie dello Stato, personaggi illustri di tutto il comprensorio campano. A far da Cicerone il Sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo, che ha accolto il Premier Gentiloni partito dalla stazione di Napoli ed arrivato in perfetto orario alla stazione di Afragola.

La stazione è stata ideata dall’architetto Zaha Hadid, scomparsa nell’aprile 2016. Un’opera mastodontica e faraonica con una struttura a ponte che attraversa e collega i binari dell’alta velocità ed il corpo centrale è lungo 350 metri e funge da galleria pedonale per arrivare ai binari. Al piano superiore si trova una zona commerciale, ed una seria di scale e rampe mobili conduce i viaggiatori verso l’atrio centrale e poi verso i binari. Il tutto ha una forma sinuosa che richiama alla mente l’immagine di un treno in corsa. La sala passeggeri è dotata di grandi vetrate che consentono di ammirare il paesaggio.

Già nei prossimi giorni inizieranno a transitare i primi treni e man mano a regime vi transiteranno, come assicurato dall’Ad di Rfi Gentile, 36 nuovi treni. Il nodo ferroviario interessa il tratto Roma-Napoli-Salerno e con l’asse ferroviario Alta Capacità Napoli-Benevento-Bari, attraverso la variante Napoli– Cancello. Infatti, si può raggiungere molto più velocemente anche Reggio Calabria. Accoglie anche i servizi ferroviari regionali e della Circumvesuviana. Inoltre, essendo anche una fermata intermedia della già citata linea Roma– Napoli–Salerno, serve l’area dell’hinterland napoletano, casertano e nolano, vasto e densamente abitato.

Le dichiarazioni di Gentiloni sono propositive, di un Paese che “rialza la testa” ed ancora “essere l’unico tra i grandi Paesi che non considera un gesto architettonico e un’opera del genere come una conquista, un passo avanti, qualcosa che lascerà il segno”. I lavori della Porta del Sud (com’è stata ribattezzata la stazione) erano iniziati ben 16 anni fa, per poi interrompersi e riprendere definitivamente solo nel 2015.
E’ stata una lotta contro il tempo e le imprese appaltatrici sono e saranno impegnate per completare l’opera ancora per molto tempo. Infatti, bisogna terminare parte della copertura, il retro e la zona commerciale della stazione. Da non dimenticare le infrastrutture e tutta la zona perimetrale della stazione, nonché le vie di accesso ed i collegamenti per arrivarci.

Da registrare, tafferugli e scontri tra polizia ed una decina di attivisti di Insurgencia alla stazione di Napoli Garibaldi, che volevano bloccare il treno in partenza da Napoli per Afragola.

Napoli, 7 giugno 2017