lun 20 NOVEMBRE 2017 ore 21.39
Home Riceviamo e pubblichiamo Finalmente sacramenti ai divorziati?

I sacramenti ai divorziati

di Manlio Maglio

Nell’ambito delle riforme che Papa Francesco ritiene necessarie per la Chiesa del nostro tempo, occupa una posizione di rilievo quella della famiglia e, in particolare, la situazione dei divorziati risposati (civilmente) che vorrebbero potersi riaccostare ai sacramenti. È uno dei temi, questo, che saranno trattati nel corso del sinodo dei vescovi che il Santo padre ha indetto per quest’anno. “Si tratta di una questione estremamente delicata e complessa – afferma monsignor Lorenzo Baldisseri – Segretario generale del sinodo – ma ne parleremo serenamente e senza tabù, avvalendoci anche della preziosa esperienza di altre chiese, come di quelle orientali e, particolarmente di quella ortodossa”.
Va detto che il sinodo si svolgerà in due tempi: la prima, quest’anno e la seconda nel 2015. Il motivo di questa “doppia ripresa” va ricercato nella necessità di valutare, sul campo, le risposte che la Chiesa militante potrà fornire, anche attraverso un ampio questionario che sarà distribuito a diocesi e parrocchie, al fine di conoscere, direttamente dagli interessati, le loro esperienze personali, così come quella di gruppo, ciò unitamente a riflessioni ed elaborazioni varie. Va precisato che non si tratta di una comune indagine sociologica, bensì di un importante riflessione su base ecclesiale e spirituale.
Secondo l’indicazione di Papa Francesco, il sinodo dovrà essere sempre attivo, aperto a tutti i temi pronto ad accogliere tutti i vari input che potranno giungere dalle chiese locali, le quali dovranno prestare un particolare ascolto a quanto emerge dalle periferie.
Tutte le risultanze di questo ampio meraviglioso lavoro, dovranno confluire nel nuovo “consiglio di segreteria”, attualmente composto da 15 persone, che diverrà un organo permanente che il Papa potrà consultare ogni qualvolta lo riterrà opportuno.

31 gennaio 2014

Leave a Reply