mar 21 MAGGIO 2019 ore 12.37
Home Economia De Magistris in TV, Canale21, annuncia la riapertura dei cantieri di Porta...

De Magistris a Canale21 annuncia la riapertura dei cantieri di Porta Capuana: “ Ho Incontrato l’imprenditore minacciato dalla camorra, ho avuto una risposta forte e d’amore per Napoli.
Su De Luca: “ Non Possiamo Stare Dietro Al Suo Equilibrio Psichico”

di redazione

E’ a Canale 21, nel corso  di Rebus, che il sindaco Luigi De Magistris, intervistato dal direttore editoriale del vg21 Gianni Ambrosino, ha annunciato la riapertura dei cantieri a Porta Capuana. I lavori si erano interrotti dopo le minacce della camorra: “Sto seguendo personalmente questa grave vicenda che ho appreso in tempo reale. La task force di istituzioni e forze di polizia si è attivata subito per dare alla città un segnale forte” ha dichiarato il sindaco. “Ieri ho incontrato l’imprenditore della ditta appaltatrice dei lavori, dopo le minacce a mano armata tre camion sono andati via e gli operai hanno iniziato a smontare i cantieri”.

De Magistris si è poi soffermato sulla volontà dell’imprenditore di continuare i lavori: “Dall’incontro ho ricevuto una risposta forte, immediata. Un imprenditore non campano ha dimostrato amore per la città. Vuole lavorare in sicurezza come ha impiegato un minuto per andare via, ha impiegato un minuto a ritornare. Ho sentito a lungo il prefetto, ringrazio il lavoro celere della polizia. Lo Stato deve intervenire, come ha fatto in questo caso, non dobbiamo lasciare solo chi lavora con onestà, chiediamo controlli e arresti”.

Il primo cittadino sulla vicenda ha sottolineato che “Napoli ha investito decine di milioni di euro negli appalti pubblici per riqualificare la città. Il messaggio deve essere chiaro le minacce non sono ad un imprenditore sono rivolte a tutti i napoletani per cui stiamo facendo i lavori. Il segnale è forte bisogna togliere consenso ai criminali. Settimana prossima mi recherò di persona ai cantieri di Porta Capuana”.

A margine dell’intervista De Magistris si è espresso sulla collaborazione istituzionale tra Comune e Regione per le Universiadi 2019: “Alle persone interessano gli impianti sportivi che saranno riqualificati grazie alle Universiadi, non la querelle tra De Luca e De Magistris. Non possiamo stare dietro all’equilibrio psichico del governatore, uomo che non ha esitato a definire Napoli Afghanistan”.

Infine la chiosa su Salvini e sulla norma per i condannati a piede libero: “Mi fa piacere che il ministro abbia ripreso le mie parole. Siamo abituati agli annunci, se farà una legge ad hoc, gli darò atto. Resta grave che a Napoli 20mila condannati non siano in galera”.

.

Napoli, 9 Maggio 2019