mar 24 APRILE 2018 ore 17.25
Home Economia Concorso Scuola 2018: Docenti abilitati

Concorso Scuola 2018: Docenti abilitati

di Stefania Di Martino

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale, il D.M. 15 dicembre 2017 “Modalità di espletamento della procedura concorsuale di cui all’art. 17, comma 2, lettera b), e commi 3, 4, 5 e 6, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n.59, per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado in possesso del titoli di abilitazione all’insegnamento o di specializzazione all’insegnamento di sostegno per i medesimi gradi di istruzione”.

Le candidature per i docenti abilitati e per chi ha maturato tre anni di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi otto anni avverranno esclusivamente per via telematica dalle ore 9.00 del 20 febbraio 2018 fino alle ore 23.59 del 22 marzo 2018.

I candidati potranno partecipare a tutte le classi di concorso della scuola secondaria per le quali posseggono i requisiti richiesti ovvero l’abilitazione all’insegnamento e/o la specializzazione per il sostegno conseguiti entro il 31 maggio 2017, data di pubblicazione del suddetto D.Lgs. 59/2017.

La graduatoria di merito sarà regionale e sarà formata sulla base di una prova orale, non selettiva, durante la quale il candidato dovrà simulare una lezione e verranno valutate sia le competenze informatiche sia la conoscenza di una lingua straniera, scelta dal candidato, pari almeno al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).

Per gli aspiranti docenti che concorreranno per le classi di lingua straniera la prova orale sarà svolta esclusivamente nella lingua relativa alla classe di concorso di partecipazione.

Per gli aspiranti docenti di sostegno, invece, durante la prova orale verranno valutate le competenze delle attività di sostegno agli studenti diversamente abili e le competenze linguistiche scelte.

Alla prova orale verranno assegnati massimo 40 punti, di cui tre per le conoscenze linguistiche e tre per le competenze nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e comunicazione.

Agli ulteriori titoli e al servizio pregresso verrà assegnato un punteggio massimo pari a 60, così ripartito:

• titolo di accesso alla procedura concorsuale: massimo 34 punti;
• titoli professionali e culturali ulteriori rispetto al titolo di accesso: massimo 25 punti;
• pubblicazioni: massimo 9 punti;
• titoli di servizio: massimo 30 punti.

Formata la graduatoria di merito i candidati svolgeranno una supplenza annuale, presso una scuola della regione scelta, a conclusione della quale saranno sottoposti alla valutazione finale che, se positiva, comporterà l’assunzione in ruolo.
La lettera b dell’articolo 17, secondo comma, del D.Lgs. 59/2017 stabilisce il numero dei posti disponibili per lo scorrimento annuale delle graduatorie:

• il 100% dei posti per gli anni 2018/19 e 2019/2020;
• l’80% dei posti per gli anni 2020/2021 e 2021/2022;
• il 60% dei posti per gli anni 2022/2023 e 2023/2024;
• il 40% dei posti per gli anni 2024/2025 e 2025/2026;
• il 30% dei posti per gli anni 2026/2027 e 2027//2028;
• il 20% dei posti per gli anni 2028/2029 e 2029/2030.

Napoli, 13 febbraio 2018

Similar articles