ven 28 APRILE 2017 ore 19.05
Home Sport Che bagarre per l’Europa.

Che bagarre per l’Europa.

di Sibilio Francesco

Già negli ultimi articoli avevo posto l’attenzione sull’unica lotta “reale” che il campionato offre, visto e considerato che lo Scudetto la Juventus lo può solo perdere e la zona retrocessione vede il persistere di Palermo, Crotone e Pescara, le quali continuano a perdere in maniera inesorabile.

Con Roma e Napoli principali candidate per la seconda e terza piazza, che garantiscono l’accesso alla prossima Champions, la bagarre per l’Europa League è la vera attrattiva di questo finale di stagione, in quanto sono coinvolte cinque squadre per due soli posti.

Partiamo dalla Lazio, che nella trasferta al S.Elia di Cagliari non è andata oltre lo 0-0. Mezzo passo falso per gli uomini di Inzaghi, che sono apparsi stanchi e non sono riusciti ad avere la meglio su un ottimo Cagliari, il quale ha fatto la sua discreta partita.

In ombra nei biancocelesti il KIA, ovvero il tridente Keita, Anderson e Immobile, i quali non hanno avuto molti palloni giocabili e di conseguenza, non hanno potuto pungere come loro solito.

Di questo mezzo passo falso non ne approfitta l’Inter, che nell’anticipo del Sabato si fa bloccare da un grande Torino in una partita spettacolare.
Match davvero divertente e con occasioni da ambo le parti; le reti sono state siglate da Kondogbia e Candreva per i neroazzurri (evidente la complicità in entrambe le segnature di Hart, portiere granata, in giornata no). Per i granata, il tabellino è stato marcato da Baselli e Acquah.

Da segnalare, ancora una volta, l’ottima prestazione del “Gallo” Belotti, il quale, anche se non è riuscito a segnare, ha giocato per la squadra e da vero capitano, trascinandola nei momenti di difficoltà.

Chi sale in classifica è l’Atalanta, che continua a sognare grazie ad un Papu Gomez formato top player. Con il 3-0 al Pescara, gli orobici continuano la rincorsa a quello che si può trasformare in un vero e proprio miracolo sportivo.

E sale in classifica anche il Milan, che sconfiggendo 1-0 il Chievo con un goal di Mati Fernandez, si tiene ancorato al treno Europa e ipotizzando delle tabelle, è quella che potrebbe maggiormente avvantaggiarsi nelle ultime giornate, visto che non ha scontri diretti.

Per gli uomini di Montella questa partita è stata fondamentale perché portata a casa nonostante le numerose assenze che hanno colpito i rossoneri tra squalifiche ed infortuni.

Tiene ancora accesa la speranza per un posizionamento in Europa la Fiorentina, la quale trascinata dal solito Kalinic, vince a Crotone e si avvicina alla zona calda, che adesso dista sette punti.

Per gli uomini di Sousa l’impresa sembra improba, ma nel calcio mai dire mai.

Buon campionato a tutti!

Napoli, 30 marzo 2017

Similar articles
0 16

0 17