gio 22 FEBBRAIO 2024 ore 15.05
Home Economia Campania Wine Sustainability …. Napoli capitale del buon bere.

Campania Wine Sustainability …. Napoli capitale del buon bere.
di Carlo Gimmelli

Successo di pubblico per la seconda edizione della rassegna enologica delle migliori etichette campane.

Dopo il successo dello scorso anno l’evento enogastronomico, alla seconda edizione, conferma il momento magico del Brand Napoli e porta a casa un consenso crescente di pubblico e critica nella monumentale location della Galleria Umberto.

Centoventi produttori campani hanno presentato oltre cinquecento etichette di vini a DOC e IGT in rappresentanza dei cinque consorzi produttivi: Sannio Consorzio Tutela Vini, Consorzio Tutela Vini del Vesuvio; Consorzio Tutela Vini d’Irpinia, Vitica – Consorzio Tutela Vini Caserta, Vita Salernum Vites – Consorzio tutela vini.

A completare, il Consorzio Tutela Pomodorino del Piennolo Vesuvio DOP, a testimonianza di una crescente sinergia tra i distretti produttivi campani con l’obiettivo di divulgare e promuovere i prodotti di eccellenza a chilometro zero in una vetrina prestigiosa e internazionale.

Ricchissimo il programma: degustazioni di vini e prodotti a indicazione geografica locale, forum, premiazioni, il vino saggiato e raccontato: le tecniche di coltivazione tradizionale dei vitigni, le aziende storiche, le dinastie di coltivatori e produttori.

Oltre la prestigiosa location di degustazione in Galleria, altri eventi presso il seicentesco Palazzo Zapata in Piazza Trieste e Trento, al Museo Artistico Politecnico (Musap), storico circolo letterario della Napoli Nobilissima di inizio Novecento: wine forum e Masterclass per gli appassionati del settore o per chi, semplicemente, voglia approfondire storie, luoghi e tecniche di produzione enologica.

Il vino campano e la sua storia protagonisti in una due giorni ricca di appuntamenti che si è conclusa Lunedì con la premiazione delle migliori etichette e le carte dei vini con referenze regionali, nella storica Sala Comencini di Palazzo Zapata.

Notevole la presenza di turisti che in queste settimane hanno letteralmente invaso il la città, ormai meta iconica irrinunciabile che coniuga cultura, tradizione, arte, gastronomia e bellezza, che ha dato ulteriore visibilità internazionale all’evento.

Napoli, 16 giugno 2023