mar 21 MAGGIO 2019 ore 11.39
Home Tecnologia Calma e tranquillità

Calma e tranquillità

di Pio Gargano

Racchiusi tra le mura della Certosa di San Martino i “Giardini Pensili” ci offrono una vista da mozzare il fiato, la quiete per chi vuole godersi una mattina, un momento in balia di emozioni e di profumi che lì riempiono l’aria.

Restaurati intorno al 1970, sono stati dichiarati bene di interesse nel 2010. Con i loro sette ettari di superficie, furono costruiti rispettando il paesaggio circostante e sfruttandone appieno le potenzialità scenografiche, suddivisi in più livelli, troviamo al livello più alto dei giardini quello che all’epoca era considerato l’erbario, ossia dove i monaci certosini si dedicavano alla coltivazione di erbe curative per la farmacia della certosa; in quello intermedio invece vi era l’orto del Priore, decorato con un lungo pergolato settecentesco; il livello inferiore vi erano quelle che rappresentavano le vigne dei monaci, tra le quali ci sono sentieri, terrazzamenti, mura di sostegno, l’articolato sistema idraulico e piccoli edifici costruiti dai monaci nel corso di seicento anni.

Purtroppo non tutto è sopravvissuto al tempo, ma molto è stato conservato lasciando immutato il fascino e la magia del luogo.

Napoli, 28 febbraio 2019