mar 21 MAGGIO 2024 ore 15.42
Home Cultura Auguri alla mia amata Madre Terra e a tutti i suoi abitanti!...

Auguri alla mia amata Madre Terra e a tutti i suoi abitanti!
di Matteo Tafuro

1Il giovane Bassanio desidera la mano della meravigliosa Porzia.

Per ottenerla, dovrà indovinare in quale dei tre scrigni è custodito il ritratto della giovane bella.

Questa è la condizione stabilita dal padre, che desidera assicurarsi che sua figlia non cada nelle mani di un impostore.

Su uno dei tre scrigni è scritto: “Chi sceglie me, otterrà ciò̀ che desiderano molti”.

Su un altro: “Chi sceglie me, deve rischiare tutto quello che ha”.

Infine, sull’altro ancora: “Chi sceglie me, avrà̀ quanto si merita”.

Bassanio sceglie il secondo e riceve in dono l’amore desiderato, avendo donato.

Questa è la logica della Terra e di chi la ama.

È la reciprocità̀ la logica dell’amore, la quale è un dare senza perdere, e un prendere senza togliere.

È la capacità e la volontà̀ di donare ciò̀ che dà valore a una vita, non certo il possesso di beni”, conferma Zamagni.2 

Questo è ciò che voglio donare in questo aprile 2023, mese dedicato interamente alla Terra.

Voglio imparare a ricevere più di quanto dono, dopo aver imparato a donare senza aspettarmi di ricevere l’equivalente.

È questo il paradigma delle piante: fare comunità nella diversità.

Ho chiesto a tutta la mia famiglia di provare stupore, di sentire il nostro amore per Madre Terra. Sono cosciente che per ignoranza e avidità, la società dei commerci viola la diversità della natura, per la stessa bramosia crea intralci alla libera circolazione, ad esempio, delle merci, dei prodotti… e degli esseri umani.

Cosa desidero per questo 22 aprile, Giornata della Terra?

Vorrei trascorrere l’intera giornata, sognando con la mia famiglia di amare, proteggere e rispettare la Terra.

Non sono un’eco-sacerdote, ma inseguo il sogno che si devono vivere integralmente le proprie passioni, anche quando non vengono capite o condivise e il sentimento di libertà che è insito in ognuno di noi, uomo o animale, è un sentimento che non deve essere trascurato, ma che anzi va curato per farci sentire appagati, facendo rete di desideri, come fanno le piante.

copertina2
Che senso ha ricordarlo?

Senza riti e senza cerimonie vivo peggio, mi sento decurtato dello scambio psicologico, culturale, estetico.

Ecco! Amare la mia Terra è tutto questo, è quel rito che mi fa sentire parte della vita di ogni essere vivente.

Voglio la nausea, voglio che mi si tolga il sonno, voglio sentirmi un verme, fino ad imparare a smettere di guardare dietro le quinte del banchetto a scrocco che si consuma ogni giorno sul nostro Pianeta.

 Nola, 20 aprile 2023