mar 12 DICEMBRE 2017 ore 18.59
Home Cultura Al Teatro Augusteo di Napoli ” Il Sorpasso”. Regia di Guglielmo Ferro.

Al Teatro Augusteo Di Napoli Arriva Il Sorpasso Per La Regia Di Guglielmo Ferro.

di Domenico De Gregorio

Grande curiosità ed attesa per la prima de “ Il sorpasso” la pièce teatrale in scena al teatro Augusteo di Napoli.

La parola d’ordine per il regista Guglielmo Ferro, è stata superare il confronto ed il richiamo di memoria alla versione cinematografica di Dino Risi che vide protagonista indiscusso il grande Vittorio Gassman.  La criticità del lavoro teatrale non era soltanto superare questo ostacolo, ma, dare movimento, dinamicità e colore ad una sceneggiatura che lasciava poco spazio alle divagazioni.

Lo spettacolo ha inizio: il suono del clacson anticipa l’entrata in scena di Bruno, interpretato da Giuseppe Zeno, e subito ci si rende conto che quello che si sta vedendo è un piccolo capolavoro. Zeno da una grande prova interpretativa, irritante, seducente, rozzo, sfuggente. La sua recitazione disegna perfettamente i tratti di Bruno, dando vita ad un personaggio che affascina, solido e folle, sorretto da un cast capace di reggere il confronto a partire proprio da Luca Di Giovanni nei panni di Roberto un giovane timido, goffo, incapace di tenere testa all’esuberanza dell’amico.

Le scenografie di Alessandro Chiti, danno il giusto movimento alla narrazione; la macchina, sull’asfalto rovente di una Roma deserta il giorno di ferragosto, corre veloce attraversando paesaggi che riproducono i luoghi della memoria dei due protagonisti. Il loro viaggio è il viaggio alla scoperta di se stessi, dei propri limiti, delle proprie insoddisfazioni, dei propri fallimenti. A tale scopo, lungo il loro cammino, Bruno e Giovanni si ritroveranno faccia a faccia con tanti personaggi, la bella Cristiana Vaccaro, che incarna l’immaginario femminile nel doppio ruolo della moglie di Bruno e della zia di Roberto e Marco Prosperini, Simone Pieroni, Pietro Casella, Francesco Lattarulo e Marial Bayma Riva.

Queste figure, nitide e decise, hanno un solo scopo, quello di spogliare i due protagonisti delle loro maschere per rivelare finalmente la loro vera natura. Il finale non nasconde sorprese, il sorpasso, l’alta velocità porranno fine ad una vita troppo giovane che in pochi giorni aveva finalmente compreso il vero significato di questa misteriosa parola.

Napoli,  12 novembre 2017