mer 22 MAGGIO 2024 ore 19.19
Home Politica PizzaVillage 2022. Napoli Capitale della Pizza. Carlo Gimmelli

PizzaVillage 2022. Napoli Capitale della Pizza.
di Carlo Gimmelli

Dopo due anni di stop causa pandemia, da Venerdi 17 giugno fino a Domenica 26 ritorna sul meraviglioso palcoscenico del lungomare di Via Caracciolo il PizzaVillage, la fortunata Kermesse nata 10 anni fa che, nonostante le inevitabili polemiche, rappresenta un riuscito amalgama tra gastronomia, musica ed eventi e che nell’ultima edizione del 2019 registrò l’affluenza record di un milione di visitatori.

Il mega villaggio della pizza occupa un’area di 40.000 metri quadrati che va da Piazza della Repubblica a Via Caracciolo passando per la Rotonda Diaz, probabilmente la più grande pizzeria del mondo on air.

L’edizione di quest’anno dopo due anni di pausa forzata promette di frantumare i numeri pre pandemia complici il tempo clemente, la voglia di normalità, di incontro, di vita sociale, dopo l’incubo lockdown e la fortissima capacità attrattiva della città, letteralmente invasa da turisti italiani e stranieri nonostante le numerose criticità nella gestione dell’accoglienza.

La inaugurazione, si è tenuta Venerdi 17 giugno, al diavolo la scaramanzia!, alla presenza del sindaco Manfredi e del segretario della Camera dei deputati Amitrano, nello stesso giorno il forum delle culture al Palazzo reale con i 30 ministri europei alla Cultura e il concertone di Gigi D’Alessio in Piazza Plebiscito, mentre a Capodichino continuavano a sbarcare migliaia di turisti per un altro week end da sold out.

Un menù da 15 euro (anche in questo caso si poteva attuare una politica di prezzi più attrattiva), comprendente una pizza Margherita o specialità, una bibita, un dolce e un caffè e poi consumare nella pizzeria preferita.

1655709574436.jpg

Quaranta pizzerie , ognuna con la propria pizza speciale specialità, decine di Maestri Pizzaiuoli, da quelli social ai gourmet, incontri, forum, corsi per imparare l’arte bianca, il campionato mondiale del Pizzaiuolo, la pizza raccontata nelle sue mille storie e sfumature nel salottino Pizza Tales.

L’area Hospitality sulla Terrazza che dà sulla spiaggia della rotonda Diaz al centro di eventi, incontri istituzionali, forum e dibattiti con autorità, giornalisti, esperti di alimentazione.

Per la prima volta la prestigiosa rivista Modernist cousine presenta un enciclopedico interamente dedicato alla pizza, tre volumi, 1700 pagine di ricette e curiosità, un vero vademecum per i cultori della più famosa ambasciatrice napoletana nel mondo.

Presente anche lo stand Make pizza Ooni dove il pubblico potrà preparare ed infornare da solo nei forni Ooni la margherita che poi degusterà.

Dal Palco del Pizza Village, una vera agorà musicale e di eventi, si sono esibiti o si esibiranno , Noemi, Gaia, Sangiovanni, Valentina Stella, Franco Ricciardi, Peppino di capri e decine di artisti, chiuderà la rassegna Gigi D’Alessio.

Abbiamo intercettato alcuni Maestri Pizzaiuoli di livello mondiale come Gino Sorbillo e Antonio Capuano ai quali abbiamo chiesto idee e pareri tra le versioni classiche della pizza e quelle modaiole gourmet.

Al di là delle inevitabili polemiche circa la concessione comunale di un’area pubblica di pregio a prezzi di saldo di fine stagione, è innegabile che la manifestazione in dieci anni abbia raggiunto livelli organizzativi e di accoglienza di buon livello e una caratura internazionale e promozionale che la colloca tra migliori rassegne gastronomiche per qualità a livello mondiale senza dimenticare le origini e la forte territorialità del prodotto.

Nell’ultimo decennio molti imprenditori campani della pizza hanno avviato attività in tutto il mondo dal Giappone agli Stati Uniti, dalla Cina ai Paesi arabi ma hanno mantenuto la caratterizzazione dei prodotti locali e il legame imprescindibile con la terra d’origine.

Il primo week end della rassegna ha fatto registrare numeri impressionanti per presenze e pizze sfornate con lunghe file ai botteghini e ai tavoli.

1655709574381.jpg

Suggestiva la cornice della pizza consumata all’imbrunire su uno scenario unico al mondo mentre centinaia di ragazzi decidevano di degustare la Margherita sulla spiaggetta (finalmente pulita) della Rotonda.

Buona pizza a tutti!

Napoli, 20 giugno 2022