gio 14 DICEMBRE 2017 ore 05.08
Home Sport Napoli, Juve e Inter, un terzetto al vertice.

Napoli, Juve e Inter, un terzetto al vertice

di Sibilio Francesco

La quarta giornata di campionato ha confermato la forza dell’Inter di Spalletti, che vincendo in trasferta a Crotone, si mantiene a punteggio pieno.

Prova di forza dei neroazzurri, che pur soffrendo, passano in terra calabrese grazie a Skriniar, il quale sta diventando sempre di più una certezza assoluta e il solito Perisic, leader tecnico e punta di diamante della compagine milanese.

Con l’Inter, a quota 12, si trovano le due candidate al titolo di questa stagione, Napoli e Juventus.

La squadra partenopea ha avuto vita fin troppo facile contro un Benevento remissivo, che adesso sta iniziando a comprendere realmente cosa sia la massima serie.

Il 6-0 è un punteggio troppo sonoro, ma che rispecchia giustamente l’andamento della partita: Allan, Insigne, Callejon e tre volte Mertens hanno timbrato il cartellino dei marcatori, divertendosi e facendo divertire il pubblico, arrivato numeroso al San Paolo.

Per la squadra di Sarri, dopo quattro partite contro avversari abbordabili, primo vero banco di prova nel turno infrasettimanale, in casa di una Lazio in ottima forma fisica e mentale.

La Juve, invece, si sbarazza agevolmente del Sassuolo grazie ad un “Dybala show”, autore di una tripletta fantastica.

Per il 10 juventino ormai gli aggettivi stanno terminando, visto che li abbiamo utilizzati quasi tutti; se viene lasciato in pace con inutili paragoni e dualismi, siamo certi che l’asso juventino potrà diventare in un prossimo futuro, uno dei cinque giocatori più forti in circolazione.

In questo clima di euforia, chi è in ombra è il Pipita Higuain, non ancora al massimo della forma.

Dietro questo terzetto, c’è la Lazio, che con la vittoria al Marassi di Genoa, continua a stare in scia delle big.

Momento d’oro per Ciro Immobile, che con la sua doppietta, dimostra di essere in uno stato di forma strepitoso; per la Lazio, dopo il Milan, nella prossima giornata altro big-match, questa volta contro il Napoli di Sarri, per saggiare le proprie ambizioni.

Ritorna alla vittoria anche il Milan, il quale, dopo la scoppola all’Olimpico, vince soffrendo contro l’Udinese grazie ad un super Kalinic, che alla prima da titolare, mette a segno una doppietta.

Per i rossoneri, risulta decisivo il cambio modulo operato dal mister Montella, con i tre dietro capitanati da Bonucci e con Biglia playmaker che già si è impossessato delle chiavi del centrocampo.

Ci vorranno test più probanti per dirci dove può arrivare questo Milan.

Buon campionato a tutti.

Napoli, 21 settembre 2017

 

Similar articles
0 7

0 26