sab 28 MAGGIO 2022 ore 11.41
Home Sport Inter, che colpo.

Inter, che colpo.
di Sibilio Francesco

La bellezza del calcio risiede nella sua imprevedibilità e l’ultima giornata di campionato ne è stata la testimonianza.

Il big-match Inter-Juventus, infatti, appariva agli occhi dei più esperti come una partita già scritta, chiusa.

A conferma di ciò, anche la tre giorni europea, con l’Inter reduce dalla sconfitta umiliante in Europa League contro il modesto Hapoel Beer Sheva, che aveva aperto confronti interni e addirittura, aveva già messo in pericolo la panchina di De Boer.

Ma, come scrivevamo prima, il calcio è imprevedibile e regala sempre emozioni; così, nel derby d’Italia, i neroazzurri ottengono un successo inaspettato e clamoroso, che li rilancia in classifica e li carica in vista dei prossimi appuntamenti.

Grande prova del capitano Icardi, autore del goal del pareggio e dell’assist decisivo per Perisic, nonché di giocate da assoluto top player.

Per la Juve, invece, tengono banco le scelte di Allegri, soprattutto quella di risparmiare Higuain all’inizio a favore di Mandzukic e Asamoah titolare, autore di una prestazione deludente.

Adesso per lo squadrone bianconero si attende il pronto riscatto nel turno infrasettimanale, anche perché un ulteriore passo falso non è più consentito.

Chi approfitta della sconfitta della Juve è il Napoli, il quale battendo in casa il Bologna, la scavalca in classifica e si pone in vetta solitaria a 10 punti.

Mattatore della serata è la punta polacca Milik, che con la sua doppietta, risolve una partita che era bloccata sull’1-1; ricordiamo, per la cronaca, che per Milik si tratta della terza doppietta, dopo il Milan e la trasferta di Kiev in Champions, non male davvero.

Chi non ha approfittato della sconfitta della Juve è, suo malgrado, la Roma, che rimane bloccata a 7 punti e non riesce a raggiungere il Napoli in testa alla classifica.

Nonostante la buona prova su un campo ostico come quello di Firenze, per la squadra di Spalletti continuano a pesare sotto porta gli errori di Dzeko, che non riesce ad essere letale come al Wolsfburg.

Per la squadra viola, grandissima prestazione di Badelj, autore del goal vittoria e faro a centrocampo; urge il rinnovo per non perdere un talento del genere.

Buon campionato a tutti

Napoli, 22 settembre 2016