mar 25 SETTEMBRE 2018 ore 13.43
Home Economia Il Comune di Acerra dona 30 biciclette al liceo “de’ Liguori”

Acerra, dal Comune 30 biciclette al Liceo “de’ Liguori” di Acerra per la promozione del trasporto sostenibile.

I rappresentanti di istituto: «Cominciamo a parlare di ambiente in maniera diversa e con i fatti. La città si occupa di noi».

Consegnate 30 biciclette al Liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra. L’iniziativa dell’Amministrazione comunale rientra nel progetto ambientale “Mens Sana in Corpore Sano” elaborato e presentato dagli alunni del Liceo acerrano, insieme ad alcuni docenti, approvato con Delibera di Giunta n. 42 del 25 marzo 2016. Il progetto nasce dalla necessità di rendere gli alunni della scuola superiore protagonisti della difesa del territorio ma anche “portatori sani” di uno stile di vita ecologico, all’interno del quadro dei cambiamenti voluti e promossi dall’Unione europea.
Nel corso di una manifestazione pubblica che si è svolta questa mattina al Liceo, alla presenza del Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri e del dirigente scolastico Carmine De Rosa, sono state consegnate 30 biciclette, affidate dalla Dirigenza scolastica, che, mediante un regolamento interno e un sorteggio, le assegnerà in comodato d’uso a 30 alunni per incentivare l’utilizzo della bicicletta come mezzo alternativo all’automobile. L’obiettivo è valorizzare al massimo il principio del rispetto dell’ambiente promuovendo lo sviluppo di nuove strategie per un trasporto sostenibile, con la formazione dell’alunno in quanto cittadino e la creazione di un rapporto diretto con l’ambiente in cui vive, affrontando con spirito critico il problema dell’inquinamento.
L’amministrazione comunale ha voluto raccogliere e seguire la “provocazione” lanciata dagli alunni del Liceo di Acerra che hanno presentato richiesta di agevolazione per l’acquisto delle biciclette. Chiaro il messaggio del Preside De Rosa agli alunni: «Questa è la prima fase di un progetto complesso, i contributi per il cambiamento possono venire da tante direzioni, ma se vengono dal basso e dai ragazzi, questo cambiamento è ancora più veloce ed ha una spinta sostenuta. Investire in questo progetto è una scelta intelligente», mentre dai ragazzi del “De’ Liguori” è venuto un impegno preciso: «Cominciamo a parlare di ambiente in maniera diversa – ha spiegato il rappresentante di istituto Silvio Nuzzo -, con i fatti. Spesso siamo visti come giovani rivoluzionari, ma adesso cominciamo a fare la rivoluzione portando le nostre istanze nelle giuste sedi istituzionali. La nostra provocazione è stata accolta e ampliata dall’amministrazione perché noi avevamo chiesto solo delle agevolazioni nell’acquisto di bici. Nel momento in cui la nostra provocazione viene recepita dalla città e dalla scuola, vuol dire che la città si sta occupando di noi, adesso ognuno di noi deve fare la propria parte». Il Sindaco Raffaele Lettieri ha concluso: «Insieme stiamo proponendo un nuovo concetto di vivere la città di Acerra in maniera dinamica, in altre città si usa la bici come mezzo principale di trasporto. Noi, adesso, stiamo progettando gli spazi, mentre i contenuti siete voi ragazzi. La sinergia per la realizzazione di questi progetti è alla base della crescita della nostra comunità, per fare in modo che fra qualche anno possiamo consegnare questa città a voi, futura classe dirigente, in una condizione migliore rispetto a come l’abbiamo trovata noi».

Acerra, 18 maggio 2016