mar 12 DICEMBRE 2017 ore 18.36
Home Cultura Il Calcio è Davvero lo Specchio del Paese ? Gli Altri Orgogli...

Il Calcio è Davvero lo Specchio del Paese ? Gli Altri Orgogli Italiani
di Alessandro Capasso.

Chi scrive ne capisce poco di calcio, non segue le partite domestiche, prova interesse solo per le partite della nazionale, quelle importanti, i tornei internazionali come Europei e Mondiali, in pratica ogni quattro anni mi distraggo ( perché di semplice intrattenimento, distrazione si dovrebbe trattare ) per 90 minuti di gioco ( perché di gioco si dovrebbe trattare ). Sono tuttavia consapevole, dell’importanza sociale di cui gode il calcio in Italia, stato bi-religioso ( il secondo culto nazionale è il cattolicesimo, il primo è la santa serie A ) e quindi sono interessato alla sua fenomenologia sociologica, alla sua rilevanza come sport-spettacolo.

La mancata qualificazione al mondiale russo è praticamente un lutto nazionale ( più al Nord che al Sud, dove vige il tifo per il Regno delle Due Sicilie ), ma, la cosa che ha colpito il mio orgoglio di cittadino italiano è sentire che le sorti di undici milioni definiscono, e sono, lo specchio del paese; il non far entrare un pallone in una rete denota una disaffezione alla nazione, una metafora di come la società tutta imperversa in una fase di crisi e abbandono. Fermo restando che il paese non è propriamente la Svezia o la Svizzera, e, nel 2006 a Mondiale vinto, di certo non navigavamo nel benessere, vorrei elencare tre episodi di eccellenza nazionale che potrebbero (dovrebbero) inorgoglire i calcio-sociologi nostrani.

Il film d’animazione italiano Gatta Cenerentola – diretto da Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone – è stato inserito dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l’associazione che assegna gli Oscar, nella lista di 26 film tra cui saranno scelti i cinque che saranno poi nominati per l’Oscar  al Miglior film d’animazione. Fresco di vittoria come miglior film europeo di animazione dell’anno, sarà premiato alla 22.ma edizione di “Capri, Hollywood”. In attesa dell’uscita tecnica negli USA (dal 9- 16 dicembre al Laemmle’s Music Hall Theater a Beverly Hills), infatti, il 27 novembre “Los Angeles, Italia”(festival gemello di Capri, Hollywood ) ha organizzato l’anteprima USA presso il Chinese Theatre, in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia, l’ICE e l’Istituto Italiano di Cultura.

Tornando al calcio, è bello poter segnalare che le “stampelle azzurre”, la nazionale di calcio degli amputati del CSI capitanata da Francesco Messori, classificandosi quinte al Campionato Europeo promosso dalla EAFF (European Amputee Football Federation) tenutosi in Turchia, si è assicurata la qualificazione al mondiale di Messico dell’anno prossimo. Stessa disciplina, diverso appeal, diverso risultato; loro la qualificazione l‘hanno conquistata e grazie a loro l’inno di Mameli verrà cantato in un Mondiale.

Rimaniamo nello sport, quello dove buttarsi a terra appena sfiorati e simulare dolore non ti è concesso, perché il dolore e lo scontro fisico sono la disciplina in questione, sto parlando delle arti marziali miste, per la precisione la lega americana Ultimate Fighting Championship, la più conosciuta e la più dura a livello mondiale. In questa tana delle tigri moderna, che annovera campioni per di più americani e latino americani, si sono esibiti e si esibiscono quattro atleti italiani, Alessio Sakara, Ivan Serati, Alessio De Chirico e Marvin Vettori, (quest’ultimo a soli 23 anni tornato vittorioso in un match a Oklahoma City e dal futuro molto promettente) che possono essere considerati un vanto per lo sport italiano nel mondo a prescindere dalla passione per la singola disciplina.

Di esempi di orgoglio italiano in diverse discipline ce ne sono a decine, la mia è una riflessione su cosa eleggere a metafora di stato di salute di una nazione e cosa ridimensionare a semplice intrattenimento, perché o si scindono le sorti politiche e sociali di un paese dal resto degli ambiti di interesse, o dobbiamo iniziare a dare una giusta definizione di cosa deve essere eletto a “specchio” del paese, perché signori, il sentimento nazionale, l’orgoglio, sono argomenti seri, sono argomenti di serie A.

Napoli, 27 novembre 2017