lun 24 SETTEMBRE 2018 ore 18.23
Home Sport Higuain, sei leggenda

Higuain,  sei leggenda

di Sibilio Francesco

L’ultima giornata di campionato aveva pochi verdetti da emettere, ma quelli che ha emesso non sono di certo passati sotto traccia.

Partiamo con la lotta salvezza, che in volata ha visto prevalere il Palermo, il quale battendo 3-2 un mai domo Verona, rimane in Serie A condannando agli inferi un Carpi, comunque sia autore di una stagione positiva.

Infatti i rosanero, in un “Barbera” tutto esaurito, hanno raggiunto una vittoria fondamentale grazie ai goal di Vazquez, Maresca e Gilardino e rimangono nella massima serie nonostante una stagione che dire assurda è dire poco, visti gli undici cambi di panchina.

Grande merito del traguardo raggiunto va dato a Ballardini, che tornato la seconda volta, dopo essere stato cacciato dai senatori dello spogliatoio, ha saputo chiarire tutti i dissidi e ha ottenuto la massima disponibilità del gruppo, che ha compiuto un’autentica impresa sul rettangolo verde.

Se Palermo ride, Carpi piange e torna in Serie B dopo solo una stagione: a nulla è servita la vittoria ad Udine alla “Dacia Arena” per 2-0.

Per gli uomini di Castori la magra consolazione di aver disputato un ottimo finale di stagione, anche se la sconfitta in casa contro la Lazio alla penultima giornata, soprattutto per come è arrivata (2 rigori sbagliati), grida ancora vendetta.

Con il campionato finito, si tirano i bilanci di fine stagione e ciò che si vanno a vedere sono anche le statistiche individuali.

Bene, al San Paolo di Napoli, abbiamo assistito a qualcosa che rimarrà per anni e anni, con il Pipita Higuain che ha scavalcato nella classifica dei capocannonieri di tutti i tempi Nordahl, portandosi a quota 36 reti.

Una stagione incredibile per il talento argentino, il quale, in questa stagione, ha timbrato il cartellino con una facilità disarmante, mostrandosi come “9” più forte in circolazione, al pari di Suarez e Lewandowski.

Grande merito va anche al mister Sarri, che lo ha continuato stimolato e indotto a dare il meglio di se; adesso per Higuain il prossimo obiettivo sarà quello di portare un titolo che a Napoli manca da troppo tempo, circa 26 anni, speriamo ci riesca.

Napoli, 20 maggio 2016

 

Similar articles