lun 18 GENNAIO 2021 ore 14.23
Home Tecnologia Gallery Art: quando il tango diventa sociale.

Gallery Art: quando il tango diventa sociale!!!

di Cristina Iavazzo

Riappropiarsi degli spazi pubblici per restituirli al popolo. E’ questa l’iniziativa di un gruppo di cittadini che hanno pensato di trasformare la galleria Principe di Napoli in un luogo di produzione di arte: corsi di pittura, lettura di poesie, mostra di oggettistica napoletana, laboratori di scacchi, corsi di breakdance, corsi di tango, mostre di quadri, e ancora musica dal vivo e serate a tema. Tante ancora le idee da realizzare per delle attività culturali, alcune delle quali gratuite, come i corsi di breakdance organizzati per offrire un’alternativa ai bambini del Rione Sanità di Napoli, altre invece finanziate con un’offerta a piacere o con una quota partecipativa minima. Numerosa la gente che ha risposto con entusiasmo alle diverse iniziative. E cosi ogni sabato dalle 11,30 alle 12.30, sotto la galleria Principe di Napoli il tango diventa sociale, lega e unisce tante persone che in un momento di crisi, con pochi soldi e tanta voglia di apprendere questa disciplina cosi travolgente e seducente, si lasciano conquistare dalla bravura e dall’esperienza del maestro Ettore Lamoglia, di “Tango Napoli Puro”. Tale iniziativa resterà gratuita per tutto il mese di marzo e poi prevederà una minima quota partecipativa mensile . “Tante le ragioni che mi hanno indotto – spiega il maestro Ettore Lamoglia – ad accettare questa iniziativa: prima di tutto la passione e poi il tentativo di far conoscere alla gente questa danza così bella ed affascinante e la relativa cultura argentina che vi è alla base. Ce ne sono tanti che non sanno ancora bene cos’è, la confondono con una disciplina più europea quale il liscio standard, che è tutt’altra cosa rispetto alle danze latine. E le persone, all’inizio un po’ scettiche, rispondono poi con molto entusiasmo e restano, proprio come nel caso del corso organizzato qui in galleria, che sta riscontrando i favori dei cittadini”. Quindi da domani, tutti in galleria Principe, per partecipare alle interessanti iniziative dei ragazzi di Gallery Art, che sperano nel sostegno delle istituzioni per veder realizzato il loro sogno di rendere la galleria, un luogo di produzione di arte e cultura al servizio della gente!!!!

Napoli, 23 marzo 2014