mar 6 DICEMBRE 2022 ore 22.48
Home Economia Fare Impresa Ecocompatibile nelle Aree Verdi.

“Fare Impresa Ecocompatibile nelle Aree Verdi”

Città della Musica, del Teatro, della Produzione Televisiva e Cinematografica a Bagnoli.

Stamani presso il Caffè Gambrinus il consigliere comunale e metropolitano dei Verdi Carmine Attanasio ha presentato alla stampa cittadina l’avviso pubblico con il quale il Comune di Napoli mette a bando l’affidamento, ad associazioni, comitati, aziende e privati, delle aree verdi della nostra città. Nell’incontro si è anche parlato della proposta dello stesso consigliere Carmine Attanasio con la quale il Consiglio Comunale ha individuato nella Città della Musica, del Teatro, della produzione Televisiva e Cinematografica il grande attrattore di cui il quartiere di Bagnoli ha bisogno, atto a reperire quegli investimenti privati di cui si necessita per sciogliere un nodo che blocca lo sviluppo di quell’area da almeno vent’anni. Con questa espressione del Consiglio Comunale, ha detto Attanasio, finalmente dopo vent’anni riesco a concretizzare la mia proposta che, se realizzata, risulterà essere un grandissimo attrattore per l’area e sarà in grado di sviluppare oltre ventimila posti di lavoro tra diretto e indotto attirando ingenti investimenti anche privati e servendo a dimostrare al Governo che il Comune ha le idee chiare rispetto a ciò che si vuole realizzare. La proposta è quella, ha continuato Attanasio, di realizzare un parco a tema, unico nel suo genere in Italia, che valorizzerebbe l’enorme ricchezza culturale della città di Napoli rappresentata dalla musica e dal teatro. Il parco di 120 ettari dovrebbe prevedere: la messa a dimora di ventimila alberi, la realizzazione di un Auditorium per concerti di almeno diecimila posti a sedere per rappresentazioni musicali, teatrali, congressi, produzione televisiva e cinematografica; un museo della musica e del teatro; studi cinematografici; sale d’incisione e di ascolto musica; negozi di souvenirs e strumenti musicali; parco giochi a tema musicale, teatrale e cinematografico; ristoranti, pizzerie, bar, pub e discoteche con musica dal vivo, ognuna di genere diverso. La città della musica, ha detto Attanasio, a mio parere, dovrebbe essere dedicata allo scomparso Pino Daniele. La proposta, ha detto l’esponente ambientalista, è perfettamente in linea con quanto in questi giorni è stato recepito dall’amministrazione comunale che ha deciso di indire un avviso di selezione pubblica con il quale s’intende affidare ad associazioni, comitati, aziende e privati cittadini la manutenzione e la guardiania delle aree verdi della nostra città. Il bando, reperibile anche sul sito web del Comune di Napoli, è stato presentato dal consigliere Attanasio e dal vicesindaco Tommaso Sodano che, intervenendo alla conferenza stampa, ha chiarito tutti gli aspetti dell’iniziativa. Le domande di adesione al Bando dovranno pervenire al Comune entro il 30 giugno e dovranno essere compilate ai sensi della delibera consiliare n° 32 del 31 luglio 2012, lo stesso bando sarà visibile nei prossimi giorni anche sui tabelloni pubblicitari stradali del Comune. La delibera in questione permette di fare impresa ecocompatibile nel massimo 10% dell’area in cambio della manutenzione e guardiania, a costo zero per il Comune, di tutta l’area. L’accesso al minimo 90% dell’area sarà gratuito per tutti, come gratuite saranno tutte le attrezzature ludiche e di servizio presenti in questa porzione di spazio. Gli orari di apertura e chiusura saranno equiparati a quelli dei restanti parchi pubblici. Con questa delibera hanno detto, Sodano e Attanasio, si ripropone di mantenere le aree verdi, pubbliche e ben manutenute, mirando altresì alla riduzione degli addetti ai giardini via via che si procederà all’imminente pensionamento di molti addetti, permettendo però nel contempo di creare nuove occasioni di lavoro per chi vorrà investire in questa scommessa.

Napoli, 26 Marzo 2015

Similar articles