sab 23 GIUGNO 2018 ore 15.08
Home Tecnologia CAPUA: Assegnato A Carlo Borgomeo Il Premio Nazionale Palasciano 2017

Per il costante impegno a favore dell’infrastrutturazione sociale del nostro Mezzogiorno
CAPUA: Assegnato A Carlo Borgomeo Il Premio Nazionale Palasciano 2017
Sabato 25 novembre al Museo Campano la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento
di Raffaele Raimondo

Il Premio nazionale “Ferdinando Palasciano” 2017 è stato attribuito a Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD, “per il costante impegno nel sostenere e rafforzare l’infrastrutturazione sociale del nostro Mezzogiorno, favorendo così il moltiplicarsi di storie di solidarietà e di relazioni sociali positive, a dimostrazione che la coesione sociale, la cultura e la prassi del bene comune sono in grado di costruire percorsi di sviluppo virtuoso e duraturo”.

La cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento, a libero ingresso, si svolgerà nella mattinata di sabato 25 novembre presso il Museo Campano, preceduta, a partire dalle ore 9 da un welcome coffee e dalla visita guidata alle sale che custodiscono un ricchissimo patrimonio storico e artistico. Alle ore 10, nella sala conferenze del Museo, la giornalista Nadia Verdile, moderatrice della manifestazione, introdurrà gli interventi in programma che avranno inizio coi saluti del presidente dell’Associazione Palasciano, Angelo Di Rienzo, del presidente onorario Francesco Rossi, del presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, e del sindaco di Capua, Eduardo Centore.

Si darà poi luogo alla consegna di due importanti attestati per meriti di studio e attività assistenziale medica che illustrerà al pubblico presente il professor Giuseppe Ruggiero: si tratterà del Premio per l’Oncologia “Anna Maria De Sipio” assegnato al professor Tonino Pedicini e del Premio Speciale del Comitato Scientifico dell’Associazione Palasciano attribuito al professor Francesco Corcione.

A felice conclusione, il professor Marco Rossi Doria presenterà il profilo umano e professionale e le lungimiranti iniziative del presidente Borgomeo al quale infine sarà consegnato il Premio Palasciano che nell’edizione dell’anno 2016 fu conferito al direttore dell’Enciclopedia Italiana Treccani, Massimo Bray.

Sono molto grato all’Associazione Ferdinando Palasciano – ha detto il professor Borgomeo – per il Premio che, quest’anno, ha voluto assegnarmi”. E’ un riconoscimento, ha però voluto precisare, che “non va tanto alla mia persona, ma alla Fondazione CON IL SUD, impegnata da anni nel sostenere iniziative che” danno luogo ad “un lavoro complesso, per certi versi faticoso, ma che, con ogni evidenza, dà i suoi frutti…Questo Premio, pertanto, se da una parte conferma la validità del nostro lavoro, dall’altra costituisce un ulteriore motivo di impegno e di responsabilità, anche nella memoria di una grande personalità quale quella di Ferdinando Palasciano”.

A sua volta, il presidente dell’Associazione promotrice, Angelo Di Rienzo, ha dichiarato: “Siamo giunti alla ventesima edizione del Premio Nazionale F. Palasciano che ogni anno vuole mettere all’attenzione del nostro Territorio enti o personalità di primo piano del panorama culturale, scientifico e sociale che abbiano saputo distinguersi, nei rispettivi ambiti e settori di attività, per il particolare spirito di Servizio. Si tratta di veri e propri esempi virtuosi a servizio della Collettività, nel solco di quelli che sono stati gli ideali del nostro ispiratore, senza alcuna distinzione politica, religiosa o razziale. Quest’anno il premio al prof. Carlo Borgomeo, indicato all’unanimità dal nostro sodalizio, vuole essere il riconoscimento ad un uomo, che col suo prezioso lavoro a sostegno della coesione sociale e del bene comune, ha saputo costituire un fattore propulsivo per lo sviluppo e la crescita dei territori del nostro Sud. La cerimonia di consegna del Premio si svolgerà per la prima volta nel MUSEO CAMPANO di Capua a sottolineare la vicinanza dell’Associazione Palasciano alla prestigiosa istituzione culturale campana in un momento di incertezza sul futuro del Museo”.

Capua, 25 novembre 2017

Similar articles
0 27