ven 20 OTTOBRE 2017 ore 00.44
Home Economia Bologna. Proroga della Mostra Van Gogh Alive Experience

Proroga della Mostra Van Gogh Alive Experience di Bologna

di Mario Mormile

Dopo il grande successo di pubblico è stata prorogata fino al 31 Ottobre la splendida mostra sull’artista olandese ospitata negli spazi della ex-Chiesa San Mattia di Bologna.
Un’esperienza diversa dalle solite mostre con opere originali, un percorso che si snoda in un’area di 550mq della chiesa, che punta tutto sulla percezione, sui sensi, la vista e l’udito. Una mostra multimediale dunque, che dopo aver girato Australia, Stati Uniti e Russia è approdata in Italia prima a Roma dove ha ottenuto oltre 150 mila spettatori in 6 mesi, per giungere infine a Bologna.

Un cammino di circa 45 minuti, tra dettagli, opere e nella vita intima del maestro, in cui scoprire alcune tappe di Vincent Van Gogh, un artista inizialmente sfortunato, che ricordiamo in vita non ha venduto praticamente nulla, vivendo di stenti e dell’aiuto di suo fratello Theo, anni durante i quali ha raccontato i luoghi in cui viveva ma soprattutto il proprio tumulto interiore. Sarà solo dopo la morte che nel giro di pochi anni verrà consacrato nell’olimpo dei più grandi pittori della storia.

Il percorso celebra un viaggio del pittore di Zundert dove nacque il 30 marzo 1853 e rappresenta soprattutto le opere degli ultimi anni della sua vita, in particolare il decennio che va dal 1880 fino al 1890 quando si spense ad Auvers-sur-Oise. Un viaggio che passa da diverse città: Parigi, Arles, Saint-Rémy e che tocca diverse tappe dell’artista, la sua particolare visione del lavoro dei campi, il giallo dirompente, i colori vibranti nelle sue notti stellate, il malessere interiore e la sua follia.

Una vera e propria immersione nei dipinti, oltre 3000 immagini situate in ogni luogo dell’edificio, dal soffitto al pavimento, animate dalla tecnologia SENSORY4™, un complesso sistema tecnologico che prevede l’uso di oltre 50 proiettori ad alta definizione in grado di far vibrare alla perfezione i colori del maestro olandese. Inoltre la vista viene affiancata dal suono surround che letteralmente avvolge lo spettatore con brani di numerosi artisti tra cui Vivaldi, Schubert, Satie, Godard, Bach, Satie, Godard, Handel.

Entusiasmo degli spettatori che parlano di esperienza multi-sensoriale, di mostra strepitosa, esaltando soprattutto il senso di immersione totale ed avvolgente, in poche parole un’esperienza unica da provare e da vivere.

Bologna, 22 luglio 2017