mer 19 GIUGNO 2024 ore 22.02
Home Riceviamo e pubblichiamo BaccalàRe…..In Via Caracciolo la Festa del Baccalà….

BaccalàRe…..In Via Caracciolo la Festa del Baccalà….
di Carlo Gimmelli

Sul palcoscenico del magnifico lungomare di Napoli, è in corso in questi giorni fino a Domenica 5 giugno il festival del merluzzo nordico, BaccalàRe.

La manifestazione, nata nel 2017, riapre i battenti dopo due anni di assenza forzata causa pandemia e presenta al grande pubblico dieci ristoranti e pizzerie partenopee che proporranno esclusive ricette e rielaborazioni di un alimento da sempre al centro della tradizione gastronomica campana.
L’Italia è il secondo paese consumatore mondiale di baccalà e la Campania, nello specifico, costituisce il più importante centro nazionale di distribuzione del merluzzo salato e offre tradizionalmente il più alto numero ricette relative.

Il baccalà, originario delle coste scandinave, infatti, fin dal 1500 è uno dei cardini della cucina napoletana, nato come cibo povero da accompagnare a pane e pomodoro per chi non poteva permettersi consumo di carne, è oggi alimento principe della dieta mediterranea in quanto ricco di proteine e di Omega 3, benefici nemici di trigliceridi e colesterolo, e povero di grassi.

La giornata inaugurale del 27 maggio scorso ha visto la presenza del sindaco Manfredi e l’assessore al turismo Armato.

Si riparte quindi, in una città sold out per numero di presenze di turisti per il ponte del 2 giugno , con le rassegne gastronomiche da sempre fiore all’occhiello di Partenope.

Il programma degli eventi prevede anche manifestazioni di show cooking, per insegnare i tanti modi di cucinare il prezioso alimento, degustazioni di formaggi su invito e serate con musica dal vivo.

Unica nota stonata i prezzi decisamente poco popolari per una manifestazione patrocinata dal Comune di Napoli e dalla Regione Campania: il menù fisso con un primo piatto o una pizza con baccalà, una bottiglina d’acqua, una graffa e un caffè costa 22 euro: forse, considerato il palcoscenico e la finalità promozionale, i ristoratori e gli organizzatori avrebbero potuto offrire alla città prezzi più popolari.

Forse per questo non c’è stato il previsto bagno di folla.

W il baccalà.

Napoli, 4 giugno 2022