dome 21 APRILE 2024 ore 19.38
Home Riceviamo e pubblichiamo Al Teatro Diana di Napoli arriva “Il Silenzio Grande”

Al Teatro Diana di Napoli arriva “Il Silenzio Grande”
di Domenico De Gregorio

Con la presenza sul palco del regista Alessandro Gassmann cala, tra gli applausi del pubblico del Teatro Diana di Napoli, il sipario sull’opera teatrale “Il silenzio grande” scritta da Maurizio De Giovanni che vede in scena Massimiliano Gallo, Stefania Rocca, Antonella Morea, Paola Senatore e Jacopo Sorbini.

La commedia in due atti scorre sul filo sottile che separa il ritmo veloce ed ironico proprio della commedia da quello introspettivo e riflessivo del dramma.

Tutta la storia si svolge nella stanza studio dell’affermato scrittore nonché capofamiglia Valerio Panic, stanza piena di libri che nutrono lo spirito e la mente del pluripremiato uomo di cultura. Ma col passare degli anni quella stanza diventa una vera e propria gabbia, mura spesse che separano Valerio dalla sua famiglia, porte di ciliegio massello che chiudono il cuore e la bocca dello scrittore lasciando spazio a grandi silenzi che finiscono per generare un vortice di incomprensioni, insoddisfazioni, rancori ed odi. A creare un ponte tra i familiari, che invano cercano di raccontare al capofamiglia i loro disaggi affettivi e le loro difficoltà di vita, è Bettina, cameriera di semplici origini ma perspicace, capace di sentire e vedere quello che Valerio non vede o per meglio dire quello che non vedeva ed ascoltava fino a poche ore prima di quella complicata giornata della verità. I due atti scorrono veloci, l’impianto scenico gioca con effetti speciali cinematografici che arricchiscono il racconto dei personaggi creando un’atmosfera intima che ben si sposa con il tema dell’opera.

Massimiliano Gallo e Stefania Rocca, vestono in modo perfetto i panni dei coniugi in crisi affamati di affetto. Tempi teatrali perfetti, Paola Senatore e Jacopo Sorbini alternano momenti comici a tragici racconti, entrami con la stessa profondità e verità. Antonella Morea conferma le sue doti di attrice, maschera teatrale che non fa fatica ad assumere ruoli estremamente diversi tra loro sempre con la stessa credibilità. Il silenzio grande non delude e induce tutti a riflettere sull’importanza della parola.

Napoli,9 dicembre 2021