gio 12 DICEMBRE 2019 ore 02.27
Home Cultura Al Teatro Augusteo Peppe Barra ritorna in scena con “I Cavalli di...

Peppe Barra ritorna in scena con “I Cavalli di Monsignor Perrelli”.
di Domenico De Gregorio

Dopo dieci anni dal suo debutto, torna in scena al teatro Augusteo di Napoli la commedia in musica “ I Cavalli di Monsignor Perelli” farsa in due atti scritta da Peppe Barra e Lamberto Lambertini che ne firma anche la regia. Fedeltà, rispetto, spirito di sopportazione, amore nel senso più puro del termine, sono i valori alla base di questa divertente, ironica e melanconica opera teatrale, che vede sul palco Peppe Barra nei panni di Meneca, perpetua ruspante dal carattere forte e pratico e Monsignore, un bravissimo Patrizio Trampetti, perfetto nel ruolo dello stravagante, sognatore, bizzarro e forse anche un po’ matto Monsignore.

monsignor_perrelli_intro.jpg

In scena dunque gli opposti che si attraggono, da un lato lo spirito aristocratico di un Monsignore sospeso tra i piaceri terreni come la buona tavola, alla quale non riesce a rinunciare ed i suoi sogni di gloria, legati ad esperimenti improbabili frutto di studi strampalati o meglio distorti dalla sua mente non proprio lucida, e dall’altro la praticità, la concretezza, la schiettezza di Meneca, donna semplice, risolutiva, orfana, onesta e devota che accudisce il suo padrone tenendolo a bada con i suoi piatti succulenti che fanno ritornare sempre con i piedi per terra l’anziano Monsignore. Lo spettacolo scorre veloce, la scenografia di Carlo De Martino, lo studio del Monsignore ed i colori della scena creano la giusta atmosfera, intima, privata, quasi una gabbia sicura dove i due protagonisti si scontrano giorno dopo giorno rendendo il loro legame sempre più forte. Ad amplificare o meglio a dare sostanza ai sogni onirici del Monsignor Perrelli che cerca di avere risposte dai suoi cari genitori ci pensano i due attori cantanti Luigi Bignone ed Enrico Vicinanza, che con i loro intermezzi canori arricchiscono uno spettacolo che emoziona ed incanta con la dolcezza e la bravura di due attori, Peppe Barra e Patrizio Trampetti, che recitano in maniera unica, sussurrando quasi, ma arrivando diritti al cuore degli spettatori, forse poco abituati ad assistere a spettacoli di qualità dove i dialoghi, la mimica, i sentimenti sono il vero segreto di un lavoro teatrale di successo senza tempo.

Napoli, 11 novembre 2019