mar 12 DICEMBRE 2017 ore 18.36
Home Economia 60 anni di musica per Ennio Morricone

Risultati immagini per foto ennio morricone

60 anni di musica per Ennio Morricone

di Mario Mormile

Sono ormai 60 gli anni passati a comporre ed eseguire musica ad un livello sempre altissimo per Ennio Morricone, romano di nascita, che celebra la sua carriera con il “60 Year of Music World Tour”. Nonostante gli anni, la passione per il maestro è sempre ai massimi livelli, in qualsiasi parte del mondo faccia concerti, Morricone ottiene il pienone e standing ovation assicurata.

Quest’anno è passato anche dall’Italia ovviamente attraverso Roma, Lucca, Verona, adesso approda a Bologna per il 1 Dicembre all’Unipol Arena.

Durante la sua carriera ha venduto più di 70 milioni di dischi e continua a venderne, ha composto oltre 500 colonne sonore per cinema e per la televisione, di cui il numero di quelle famose è davvero elevato, inoltre un centinaio di altre composizioni arricchiscono il suo patrimonio musicale. In tutto questo sconfinato patrimonio ricordiamo il sodalizio più famoso e di successo con Sergio Leone per i suoi western all’italiana che occupano le prime classifiche mondiali in termini di colonne sonore di tutti i tempi. Con lui hanno collaborato alcuni dei più importanti registi mondiali da John Carpenter, Brian De Palma, Barry Levinson, e Oliver Stone.

Tantissimi anche i premi e i riconoscimenti da ogni parte, dagli Oscar di cui uno alla carriera ai Golden Globe passando per i Bafta e David di Donatello dove anche qui nel 2006 ottiene il riconoscimento alla carriera.

Artista instancabile, acclamato senza riserve, maniaco del perfezionismo e del lavoro, non si è mai seduto sugli allori continuando a creare con successo, l’ultimo dei quali per il film di Quentin Tarantino “The Hateful Eight”.

Per presentare la sua tournée ha usato queste parole: “Per questa tournée ho pensato ad un programma aggiornato che naturalmente comprende alcuni “grandi classici” come le musiche degli amati western di Sergio Leone e Mission, ma a parte questo nella sua totalità il concerto sarà un’esperienza molto differente rispetto ai concerti del passato. Prevedo di inserire nel programma le musiche composte per Quentin Tarantino e alcuni brani composti per i western di Sergio Leone che non ho mai diretto nelle tournée precedenti, inoltre, avrò accanto a me sul palco la cantante portoghese Dulce Pontes, espressione di una vocalità appassionata e passionale”

Non resta che unirsi alle celebrazioni del maestro e continuare ad acclamarlo, certi che non mancherà di stupire ancora, vista la forza e la passione che ancora infonde ad ogni singola composizione.

Bologna, 30 novembre 2017