mar 25 SETTEMBRE 2018 ore 13.38
Home Economia L’uomo e La Natura

L’uomo e La Natura.
di Giulia Di Nola

La presenza sempre più massiccia del cemento, il perfezionarsi della tecnologia, il lievitare di frastuoni cibernetici e strutture artificiali nelle città, ci ha portato ad allontanarci, se non a dimenticare, le nostre origini, quello che noi siamo realmente: esseri viventi tra viventi.

La natura, con le sue sconfinate ricchezze, costituisce una realtà che sfruttata, in modo scriteriato, non potrà più esserci d’aiuto e di questo passo essa si trasformerà in un vero e proprio nemico. La biodiversità dell’esistenza forma la diversità della vita presente sul nostro Pianeta e influisce su ogni capacità produttiva.

Nel boom dello sviluppo industriale, follemente antropocentrico, le risorse naturali erano considerate un bene infinito e messo interamente a disposizione dell’uomo che ha migliorato la qualità della vita, ma, senza sapere l’ingente danno causato all’intero ecosistema e ora, infatti, ne stiamo pagando le conseguenze.

La Natura, sapiente e in grado di autogestirsi, offre una meravigliosa armonia nella quale, ogni essere, non essendo frutto d’un semplice caso, svolge il suo preciso ruolo e le dissacranti amputazioni, apportate per mano umana, sono davvero troppe.

L’estinzione di uno solo dei tanti tasselli crea (e forse non lo sappiamo) uno squilibrio nell’ambito della specie, altresì in tutto il macrosistema interessando noi come le future generazioni.

Dall’agricoltura, soggetta alle dure leggi di mercato, sempre più inficiata dall’uso spietato di pesticidi e fertilizzanti, manipolata dalle scoperte pazzoidi della genetica, stanno giungendo le conseguenze più drammatiche e finché l’uomo vedrà la Natura esclusivamente come un bene da sfruttare per i suoi loschi fini, il disastro e il depauperamento non si arresterà.

Risultati immagini per foto la moria delle api uomo-natura

La moria delle api, ad esempio, è uno dei più importanti campanelli d’allarme. L’assenza, infatti, degli apoidi che ci allietano la vista e il palato, sta a indicare la sconvolgente risposta della Natura ai nostri insulsi comportamenti e così, tanto per non contraddirci, molti paesi hanno ovviato alla scarsità di miele con la realizzazione di prodotti spuri e manomessi dalla presenza di amido di riso che sfugge persino ai test di laboratorio.

Napoli, 27 aprile 2018